lunedì 20 agosto 2018

Segnalazione "Il mutafavole e la lista segreta degli svela mondi" di Antonio Carmine Napolitano

Segnalazione "Il mutafavole e la lista segreta degli svela mondi" di Antonio Carmine Napolitano

Tornano Dante e i suoi amici, protagonisti della saga urban fantasy "Il mutafavole", di Antonio Carmine Napolitano. Ve la ricordate? Ve ne avevo parlato in questo articolo. Proprio in questi giorni è in uscita il secondo libro: "La lista segreta degli svela mondi" che, già dal titolo, si preannuncia molto interessante. Cosa accadrà a Dante? Cosa combinerà il Primo Buio? Lo scopriremo (forse) leggendo il romanzo! :)

Titolo: "Il mutafavole e la lista segreta degli svela mondi"
Autore: Antonio Carmine Napolitano
Editore: Il Ciliegio Edizioni
Genere: urban fantasy
Formato: cartaceo
Pagine: 240
Prezzo: 15 euro
Disponibile sul sito del Ciliegio Edizioni.
Dal 30 agosto acquistabile sugli store di libri e in libreria (Amazon, Ibs).

La bellissima copertina è di Iacopo Donati.

Quarta di copertina: In questo secondo episodio della trilogia, il Mutafavole e la sua combriccola di amici del Mondo Fantastico si ritrovano alle prese con una nuova avventura. Dante parte per una missione in America, sulle tracce della madre scomparsa. Ma qualcosa di oscuro si sta preparando. Il Primo Buio non è sconfitto ed è determinato a catturare il Mutafavole per servirsi dei suoi poteri. 
Qualcuno di insospettabile gli passa informazioni sui movimenti del ragazzo e gli svela il contenuto della lista segreta degli Svela Mondi, che vengono catturati uno dopo l’altro. Una voce misteriosa rimbomba nella mente di Dante, mettendolo in guardia dal pericolo imminente. La sua cicatrice si rimette a sanguinare e una serie di eventi sconcertanti mette alla prova la sua determinazione. 
Tra personaggi del passato e nuovi protagonisti si susseguono indagini, viaggi, combattimenti e colpi di scena. E, una volta scoperto l’intrigo che nascondeva la verità, Dante dovrà prepararsi a combattere la battaglia finale.

Biografia autore: 
Antonio Carmine Napolitano è nato a San Paolo Bel Sito (NA) il 2 Giugno 1988.
Nella cornice partenopea trascorre la sua infanzia e adolescenza diplomandosi in Lingue; si avvicina così alla letteratura europea e alle arti in genere. Terminati gli studi, però, decide di inseguire un altro sogno: il fashion system. L’autore si è laureato col massimo dei voti presso la Sapienza di Roma in Scienze della Moda e del Costume, un’innovativa interfacoltà tra Lettere e Filosofia ed Economia. Nel 2011 viene selezionato per un Master in Styling e Comunicazione presso il prestigioso Istituto Marangoni di Milano, conseguito anch’esso con lode. Ha iniziato la sua carriera professionale come Stylist e Digital Image Coordinator prima per la Dolce&Gabbana e in seguito per la DSQUARED2, per giungere a un’esperienza manageriale nel settore Digital Marketing e Comunicazione presso la Frankie Morello Milan.

Sin da bambino è stato affascinato dal mondo delle fiabe: è un vorace lettore e un appassionato di serie televisive e film fantasy. I suoi autori preferiti sono J.K. Rowling, C. Funke, S. Collins e l’intramontabile J.R.R. Tolkien. È innamorato della poetica onirica di registi come Z. Snyder, G. Del Toro e dei f.lli Wachowski. È anche appassionato di videogiochi rpg e ama definire la saga dei – Final Fantasy – le fondamenta della sua immaginazione.

La passione per la scrittura è arrivata inaspettata: in un momento di stress lavorativo ha aperto questa valvola di sfogo e ne è saltato fuori Dante e tutto il suo mondo. Da allora non ha più smesso di inventare storie e personaggi, di fantasticare sulle loro imprese e sognare di nuove fiabe e avventure. “Il Mutafavole e l’ombra del primo buio” è la sua prima opera letteraria.

Contatti:
Sito internet.
Pagina Facebook.

Il primo libro mi è piaciuto un sacco, perciò non vedo l'ora di gustarmi anche questa nuova avventura di Dante! :) Buona lettura!

venerdì 17 agosto 2018

I fumetti DZ Comics - "Honey Venom" di Spectrum

I fumetti DZ Comics - "Honey Venom" di Spectrum

Bentrovati, amici viaggiatori! Avete trascorso un buon Ferragosto? Che libro vi fa compagnia sotto l'ombrellone, o in montagna? Oggi vi parlo dei fumetti della Dark Zone! Eh sì, perché la DZ Edizioni, la scorsa primavera, ha inaugurato la collana fumetti: DZ Comics! :) Le prime pubblicazioni sono due volumi di storie incentrate su Honey Venom, la strega creata da Spectrum. Pronti per scoprirli?

Honey Venom. La casa della sventura (Volume 1)
Autore: Spectrum
Formato: cartaceo
Prezzo: 15 euro

Quarta di copertina: Un bambino non ha alcuna arma per difendersi dai soprusi e dalla violenza degli adulti. Può solo subire e sperare di sopravvivere in un mondo dove ogni uomo porta con sé un coltello e nessuno verrà mai ad aiutarti. O forse no?
Forse c’è qualcuno.

Honey Venom, la figlia delle tenebre. Figlia di un incubo e di una lupa mannara. L’ultima risorsa che può essere invocata. L’ultima a cui importa e che non ha paura degli uomini che abitano la Casa della Sventura.

Disponibile su tutti gli store di libri e sul sito Dark Zone edizioni.

Biografia autore: 
Spectrum, nato il 20 marzo 1972, disegna e ha per le mani i fumetti sin da quando ha memoria. Cresciuto a pane e Mazinga, si è formato fumettisticamente sui fumetti della libreria del padre: Batman, il Popeye di Segar, Dick Tracy, la saga dei Paperi di Carl Barks, Creepy (che allora si chiamava Zio Tibia), il Mago, Linus, Mad e molto altro.
Ha postato i primi fumetti su internet, in forma di webcomics, e successivamente le sue storie sono state pubblicate da Nero Press Edizioni. Al momento sta lavorando su Honey Venom, una saga gotica e d’avventura caratterizzata da un alone di stregoneria e da un grande amore ff.

***


Wanted. Honey Venom (volume unico)
Sceneggiature: Spectrum e Valerio la Martire
Disegnatori: Spectrum, Halys, Yori, Barbara Chies, Lorenzo Maglianesi e Mala.
Formato: cartaceo
Prezzo: 14,90 euro

Disponibile su tutti gli store di libri e sul sito della Dark Zone edizioni.

Quarta di copertina: Tutti si innamorano della figlia delle tenebre! Anche gli autori di fumetti!
Per questo Speciale di Honey Venom cinque autori italiani cercano di ammaliare la strega più affascinante del mondo del fumetto raccontando le storie che Satana stesso ha bisbigliato loro.
Chi riuscirà ad avere il favore della nostra anti-eroina preferita?
Una raccolta di racconti che raccontano del mondo di Honey e della sua fidanzata occhialuta Elyss!


Che dite? Vi ispira? Conoscevate già Honey Venom?
Buona lettura! :)

martedì 14 agosto 2018

Consigli estivi di lettura

Consigli estivi di lettura

Buon Ferragosto, amici dei mondi fantastici! Come state? Spero tutto bene. L'articolo di oggi è un riassunto di alcune mie letture, recenti e non, da consigliarvi per questa estate. Ho scelto un titolo urban fantasy, un fantasy classico, un po' di storia e avventura e uno steampunk. 

Li conoscete? Se siete lettori fissi del blog, ne avrete sicuramente già letto su queste pagine. Scopriamoli assieme!

VICTORIAN HORROR STORY, di Mala Spina
Volume unico che raccoglie quattro storie fantastiche ambientate nella Londra vittoriana di fine '800: Mostri di Londra, Orrore a Whitechapel, Fantasmi sul Tamigi e Demoni da Highgate. Disponibile sia in cartaceo che in ebook.


Tutto ha inizio a Londra, la fumosa, nebbiosa e oscura capitale inglese, dove Guinevere Patel, detta Ginny (o Madame Istar), inizia la sua "carriera" di veggente/medium, ereditando lo studio dalla sua mentore, la più celebre Madame Iside. Tra i frequentatori del suo studio c'è però qualcuno che non se la beve e che vuole andare più a fondo nella questione. Si tratta di Percy, un personaggio misterioso che affascina e intriga la povera Ginny, che presto si ritroverà catapultato in un mondo del tutto nuovo, dove il confine tra realtà e finzione scompare e dove tutti i mostri e le creature fantastiche su cui ha scherzato fino a quel momento si rivelano vere.

Consiglio questa serie a tutti gli amanti del fantastico. Chi è stufo dei soliti nani, elfi e signori oscuri, qua troverà un fantastico diverso, più urbano, per alcuni tratti più vicino a noi, celato nell'ombra, magari della casa accanto a noi, e tanti personaggi intriganti che vi porteranno nel loro mondo, tra passioni improvvise, imbrogli e false verità. Una Londra nient'affatto turistica, che mostra il suo volto sporco e sporcaccione, ma che mantiene tutto il fascino della città antica e potente. Come già detto in precedenza: la vena horror c'è, ma non disgusta, è vicina al fantastico delle storie di folklore, e permette anche al lettore più refrattario al genere di godersi una bella storia!

(Articolo originario qua)

ORACOLI, di Alessandra Leonardi
Volumetto snello che raccoglie quattro racconti storico-avventurosi ambientati nel Mediterraneo durante l'Antichità, con quel pizzico di sovrannaturale e di magico che non guasta mai. Edito da NPS Edizioni in digitale (e in cartaceo sul sito).

Quattro racconti, quattro epoche remote, quattro popoli che hanno segnato la storia del Mediterraneo, accomunati da un’ossessione: la divinazione, per aprire squarci sul futuro e scoprire il volere degli Dei. I Fenici in Sardegna, gli Etruschi in Toscana, Umbria e Lazio, gli Ellenici in Campania e nel Sud dell’Italia, infine i Romani: sussurri divini nell’acqua e nella pietra, voli di uccelli e viscere degli animali, sacrifici e visioni, oracoli vergati su fogli di papiro e libri con una risposta per ogni domanda. 

Storia, mito e fantasia sono le basi da cui si dipanano le avventure narrate in “Porpora”, “Il dono dell’aruspice”, “Sibilla” e “I libri fatali”.
Gli Dei sembrano aiutarci, ci mandano segnali, ci parlano, esigono da noi preghiere e sacrifici, ma alla fine nulla cambia: siamo burattini nelle loro mani capricciose, sempre e comunque. A cosa serve allora conoscere quello che accadrà? A cosa serve dedicare loro le nostre devozioni?
(Articolo originario qua)

LE NEBBIE DI AVALON, di Marion Zimmer Bradley
Un classico per chi ama la materia di Britannia e le avventure di Artù, Lancillotto e Morgana.

Il libro è una rilettura della materia di Britannia, che abbraccia l'intera epopea di Camelot, mostrandoci il prima, il durante e anche il dopo. La storia inizia con gli intrighi tessuti da Merlino e da Viviana, decisi a far accoppiare Igraine, sorella di Viviana, con Uther Pendragon, grande capo guerriero che è riuscito a riunire numerosi clan e tribù dell'isola, per contrastare la minaccia dei Sassoni. Come sappiamo (se non lo sapete, ecco uno spoiler!), dalla loro unione nascerà Artù, il re in eterno. Il libro prosegue poi mostrando la fanciullezza di Artù, la sua ascesa al trono, la fondazione di Camelot e dell'ordine dei Cavalieri e tutte le vicende che sono seguite, nella buona e nella cattiva sorte, arrivando alla morte del re (anche questo è uno spoiler, ma se siete appassionati di materia di Britannia sapete che in tutte le storie, ahimè, Artù muore) e alla fine del mondo celtico/pagano, distrutto dall'avanzata del nuovo mondo.

Trama a parte, la bellezza nel romanzo sta, a mio parere, nella capacità dell'autrice di rappresentare questo mondo misterioso e un po' magico, di trascinare il lettore all'interno di quel mondo, di farlo passeggiare per l'isola di Avalon o sulle mura di Camelot. Altro aspetto curatissimo sono i personaggi, in particolare le figure femminili, che sono quelle che dominano nel romanzo: Igraine, Viviana, Ginevra e Morgana sono le quattro protagoniste della storia, a cui aggiungerei Morgause, con tutti i suoi intrighi. Le varie facce della Dea, come le definisce Morgana. Non semplici spettatrici, ma protagoniste, motore della vicenda, con i loro gesti, le trame che imbastiscono, il loro carattere forte e le loro scelte. E proprio da quelle scelte dipende il destino di Camelot e di Avalon, assolutamente legati: la spada e il calice, il potere temporale e quello spirituale, sono uniti in maniera indissolubile e quando uno cade... 

(Articolo originario qua)

BELLA & BESTIA, di Elena Mandolini
Deliziosa favola steampunk che reinterpreta la storia della Bella e della Bestia.

Il romanzo è ambientato in un Europa futuristica, divisa in cinque regni principali, di cui il più grande, quello di Nesea, governato da un sovrano temibile, Philippe de Coubertin, che i suoi avversari chiamano "Bestia", per il modo con cui impera e combatte in battaglia. In questo contesto, il re d'Anthea, tale Armand, in accordo con gli altri sovrani dell'Est, decide di mandare in sposa la figlia alla Bestia, in segno di pace e di distensione dei rapporti. In segreto, però, chiede alla figlia una cosa: indagare sulla Bestia e scoprire il suo punto debole.

Iniziano così le avventure di Mirabella, che dal placido regno dove ha trascorso la fanciullezza si ritrova a Nesea, a doversi confrontare con un sovrano ammantato nel mistero e nell'ombra e con un mondo tutto nuovo. Avventure davvero appassionanti, ricche di colpi di scena, sorprese e soprattutto personaggi efficaci. Come da tradizione del genere, la Nata Europa è dominata da macchine volanti e tecnologia a vapore, con risultati bizzarri, incredibili, fantastici, in alcuni casi. 

Non mancano i sentimenti: dalla brama di potere dei re, che sfiora nella pazzia, nella tortura, nella depravazione, alla vendetta, alla ricerca di verità per la morte di un genitore, all'amore, sentimento che domina il romanzo. Non un amore stucchevole, bensì genuino, vero, passionale, un amore che smuove i mondi, e fa compiere gesti estremi ai vari personaggi (Savo, Dasio, Humila, ad esempio). Un amore che forse può salvarci, anche quando siamo in preda ai sentimenti più negativi, può aiutarci a ritrovare noi stessi, a ritrovare una luce interiore e una pace. Valori di cui non dobbiamo dimenticarci.

(Articolo originario qua)

Bene, spero di avervi incuriosito e di avervi dato qualche buon consiglio di lettura. Fatemi sapere poi le vostre impressioni! Buon Ferragosto, lettori! :) 

lunedì 13 agosto 2018

Recensione "Nectunia" di Daniela Ruggero

Recensione "Nectunia" di Daniela Ruggero

Bentrovati, viaggiatori di mondi fantastici! Fa caldo? Sì, ma io vi porto sott'acqua, oggi, per rinfrescarvi un po'. Scopriamo "Nectunia", il romanzo distopico scritto da Daniela Ruggero e pubblicato da Dark Zone Edizioni. L'avevo già presentato qua sul blog, ma oggi ne parliamo meglio.

Partiamo dicendo che, un po' come quando si sta in profondità, il romanzo ti lascia una sensazione di asfissiamento, di mancanza d'aria. In questo l'autrice è stata molto brava a (ri)creare questo mondo futuristico (la nostra Terra, tra centinaia di anni) in cui tutto è organizzato, tutto è pianificato a priori e l'uomo è schiavo delle decisioni di una fantomatica macchina, gestita dalla Grande Madre e dal nuovo Ordine. Terribile, vero? Sì, perché non si tratta soltanto di cosa studiare o di dove lavorare, questa fantomatica macchina, in base al DNA dell'individuo, indica ciò per cui sei portato, ti dà le direttive a cui devi attenerti nella vita, e sceglie anche il tuo compagno o la tua compagna. Terrificante! La sensazione di oppressione è davvero forte, ben delineata, e percorre l'intero romanzo.

Ovviamente, c'è anche qualcuno a cui questo sistema non va bene e combatte ogni giorno per la libertà del genere umano. "Nectunia" è questo, è un romanzo sulla libertà, su questo valore di cui oggi giorno ci riempiamo la bocca spesso, forse perché viviamo nell'epoca più liberale possibile, senza essere mai del tutto consapevoli della sua importanza, di quanto davvero siamo fortunati a non subire ingerenze esterne nella nostra vita. Mentre i nostri avi, ma basta pensare ai nostri nonni, non sono stati così fortunati, e avevano molta meno libertà, soprattutto individuale. Ecco, in "Nectunia" questo canto per la libertà permea il romanzo e viene incarnato dai ribelli della città sommersa, che combattono contro il Nuovo ordine: Amber, Nicolas, ma anche Jayden, Teresa, Tamara, tutti coloro che si danno da fare per liberare gli schiavi di Nexium e far conoscere loro il sapore della libertà.

Il romanzo parte un po' lento, c'è bisogno di qualche capitolo per entrare bene nella storia, introdurre i personaggi principali, l'ambientazione e quest'atmosfera pesante, poi iniziano le varie missioni, l'adrenalina sale, il ritmo si mantiene alto. E non mancano colpi di scena, soprattutto nella parte finale!

Tra i personaggi, mi sono piaciuti molto quelli secondari: Nicolas, che è un vero signor sergente, ma anche Cristina, Nime, persino Marco, con il loro anelito di libertà. Ammetto di non aver simpatia per le due protagoniste, un po' troppo ragazzine per i miei gusti, soprattutto Amber, che dovrebbe essere il Generalissimo, invece è sempre preda di dubbi, insicurezze e emozioni. Non che sia un male, in fondo: i ribelli sono umani, per quello combattono, per ricordare al mondo di non dimenticare le proprie emozioni, di lasciarle libere di emergere e di combattere lo schifo di mondo predeterminato che il nuovo Ordine vuol far passare.

Il finale è assolutamente aperto e lascia presagire nuove avventure, nuovi scontri tra Nexium e Nectunia! :)

Per approfondire, ecco il link al romanzo su Amazon! :) 


sabato 11 agosto 2018

Segnalazione "Shameland" di Stefano Caruso

Segnalazione "Shameland" di Stefano Caruso

Ciao, viaggiatori! Oggi vi parlo di un fantasy umoristico, dal nome "Shameland", di Stefano Caruso, che prende in giro, in maniera scherzosa, alcuni stereotipi del fantasy classico. Scopriamolo insieme!

Titolo: Shameland
Autore: Stefano Caruso
Editore: Indipendente (StreetLib)
Genere: Fantasy/humor
Formato: Cartaceo e Digitale
Pagine: 213
Prezzo: 1.99€ ebook e 9.99€ cartaceo
ISBN: 9788828341215

Disponibile su tutti gli store di libri e ebook.
(Amazon link).

Trama
Il Signore Oscuro mette in atto il suo piano per vincere la Evil’s League, la Coppa dei Campioni dei cattivi di tutti gli universi conosciuti. Dovrà essere il più malvagio e stupido degli altri per riuscire a portarla a casa, torturando cuccioli di foca e mangiando bambini innocenti.
Un ragazzo Prescelto è chiamato all’impresa di sconfiggerlo e riportare la pace nel mondo, ma è completamente pazzo. Accompagnato dal fido stregone Glandalf, il suo amico Teschio di cazzo, dal saggio Dump e da un’altra moltitudine di personaggi, partirà per un’avventura che cambierà tutto.
«Hai idea di quanto sia noioso fare il tiranno senza Ribellioni e Prescelti™? Chi uccido? Chi squarto? Secondo te chi è che finanzia di tasca propria gli insorti? Eh? Che razza di figura farei al meeting interdimensionale dei Signori Oscuri se non compio almeno un genocidio ogni cinquant’anni?» Il Signore Oscuro si massaggiò le tempie. 
«Uccidere i neonati che potranno a loro volta uccidermi diventando grandi, come la logica imporrebbe, non mi farà guadagnare Punti Cattivo… I neonati non valgono niente…» sbuffò. «Vi ricordate Erode? È finito ultimo alla prima edizione del torneo. È stato preso per il culo persino da Darth Vader… Io vi sembro così scemo? Fottuti orchetti senza cervello!» Il Signore Oscuro fece una pausa e prese un respiro profondo. Scacciò con la mano una mosca che gli svolazzava davanti agli occhi. 
«Io vorrei imitare il mio grande maestro, Galbatorix!» guardò ammirato un punto non precisato del soffitto a volta. «Ah! Che uomo, signori miei! Non si è schiodato dal trono nemmeno col Prescelto alle porte! Ho ancora tanta strada da fare…» il Signore Oscuro sospirò, carico di ammirazione, poi tornò a rivolgere la propria attenzione agli orchetti e riprese il suo discorso: 
«Per non parlare del fatto che sono secondo nel Campionato Dei Tiranni Più Cattivi Del Secolo Scorso e Presente, millecinquecento punti avevo… Avevo sorpassato perfino quel vecchio rincoglionito di Sauron! Avevo la vittoria in pugno, avevo! Ma quello stronzo di Voldemort continua a spammare Avada Kedavra, e così mi ha superato di cinquanta punti negli ultimi dieci anni!» 

È una parodia di tutti i fantasy, creata per portare qualcosa di nuovo sulla scena, e divertirsi con l’assurdità di cliché e stereotipi che popolano il fantasy nostrano e non. Non è assolutamente un romanzo per tutti, ma se vi piacciono l’humor nero e il no sense inseriti in un contesto fantastico è il libro che fa al caso vostro.




Biografia dell’autore: 
Nato a Rivoli nel 1994, cresciuto senza genitori e senza punti di riferimento.
Da piccolo volevo scrivere un libro. Sono venute fuori 60 pagine di disegni di dinosauri legate con lo spago, formavano una storia che raccontavo a voce alle persone.
Ho studiato tecnica narrativa e vari manuali di scrittura da autodidatta. Ci ho messo una decina d’anni prima di decidermi a buttare giù il primo romanzo.
Voglio portare qualcosa di fresco a mai visto nel panorama italiano, sono alla continua ricerca di artisti con cui confrontarmi e da cui imparare.


Per rimanere aggiornati sull'autore, ecco la sua pagina Facebook, il suo sito e il suo profilo Twitter!