lunedì 15 ottobre 2018

Dietro le quinte di "Anime contro" - i personaggi

Dietro le quinte di "Anime contro" - i personaggi

Bentrovati, lettori! L'articolo di oggi è dedicato a "Anime contro", il mio romanzo young adults uscito da pochi giorni per NPS Edizioni. Il libro è ambientato nella Viareggio dei giorni nostri, nella settimana che precede il Natale, e segue le vicende di Jonathan e dei suoi amici, studenti all'ultimo anno delle superiori, alle prese con il difficile passaggio dall'adolescenza all'età adulta, concentrandosi sui sentimenti dei quattro protagonisti, le cui anime sono ricche di ansie e speranze, emozioni anche contraddittorie.

Oggi vi presento i protagonisti del romanzo.

Jonathan è un bel ragazzo pieno di vita, che ama divertirsi e trascorrere le serate con gli amici. È l’amicizia infatti il valore che pone al primo posto, a costo di scontrarsi con il carattere possessivo della fidanzata. Dietro la maschera di vitalità e allegria, anche Jonathan però inizia a sentire il peso di una realtà che ritiene stargli stretta, tra i problemi degli amici, che cerca sempre di risolvere, e le lamentele di un’intollerante fidanzata, che lotta per tenere al guinzaglio uno spirito libero. Messo di fronte alla possibilità di un viaggio inaspettato, dovrà scegliere se continuare a essere la persona che tutti vogliono che sia o se andare alla ricerca di sé. 

Leonardo, il suo migliore amico, soffre per problemi familiari che non è in grado di risolvere, con la madre psicologicamente instabile, persa in un mondo passato che non esiste più, il padre ormai un ricordo lontano di una giovinezza felice e una sorella troppo giovane, che vorrebbe vivere la propria adolescenza come i suoi compagni e non sobbarcarsi il peso del mondo. A volte si sente il grande correttore, chiamato da Dio o dal fato, a rimediare ai problemi degli altri, senza riuscire a trovare il tempo, o lo spirito, per godersi la propria vita. È un perfezionista, in ogni cosa che fa, rifugge il caos, sempre alla ricerca dell’ordine. Forse quell’ordine che manca alla sua vita familiare.


Francesca, migliore amica di Jonathan, vive con difficoltà il periodo natalizio, incapace di superare un trauma che duramente l'ha segnata. Guarda la città illuminata e prova tristezza. Un tempo quella festa le riempiva il cuore di gioia, ma ora le ricorda un amore perduto in un incidente stradale. Ha cercato di andare avanti, di mettere da parte i ricordi, i rimpianti per le frasi non dette e le promesse non mantenute, ma a volte le ombre del passato la aggrediscono per portarla indietro. La sostengono Jonathan, spalla su cui trovare conforto e affetto (e forse anche qualcosa di più?), e Veronica, l'irriverente trottola dagli occhi azzurri, che cerca di farla sorridere, dimostrandole che l'amicizia è una grande famiglia, che ognuno è libero di scegliersi. La sua, al contrario, è un disastro, criticata da genitori che si colpevolizzano di averla messa al mondo, preferendole il più talentuoso fratello maggiore. Ciononostante Veronica non si arrende, continua a lottare, inseguendo sogni d’amore e di futuro.

Sullo sfondo di una Viareggio illuminata a festa, Jonathan e i suoi amici dovranno superare i loro fantasmi personali e trovare la loro strada.



Qual è il vostro preferito? In quale vi ritrovate di più?

"Anime contro" è disponibile su tutti gli store di libri (IBS) e sul sito NPS Edizioni. A presto, con altri aggiornamenti.

venerdì 12 ottobre 2018

"MirrorMirror" Libri ai confini della realtà - Bookcity Milano

"MirrorMirror" Libri ai confini della realtà - Bookcity Milano

Bentrovati, lettori! L'articolo di oggi è dedicato a "Mirror Mirror - Libri ai confini della realtà", la tre giorni di eventi organizzati dalla libreria Covo della Ladra a Milano, in occasione di Bookcity, che si terrà il terzo weekend di novembre (16, 17 e 18). Quest'anno avrò il piacere di esserci anch'io, la domenica, per partecipare a due eventi interessanti. Ora vi presento tutto il progetto! ;)

Il programma di MIRROR MIRROR è concepito come una mappa concettuale in grado di coinvolgere più tematiche, più location, più tipologie di incontri e più attori. Un’organismo vivo che si alimenta con gli interessi dei partecipanti e il coinvolgimento del quartiere e dei luoghi deputati al suo svolgere. Un programma di eventi, incontri e dibattiti che coinvolgono realtà qualificate e specializzate, come case editrici, studiosi e ricercatori, ma anche la collettività, il quartiere, gli studenti, i lettori.

Tre giorni di presentazioni, reading, dibattiti. Tre giorni di eventi, tavoli tematici e laboratori. Tre giorni in cui un quartiere diventa protagonista non solo perché spazio, partendo dagli scaffali della Libreria Covo della Ladra di Via Scutari/Via Padova.  Tre giorni in cui pubblico, studenti, autori, traduttori e case editrici si confrontano e dialogano tra loro.

Tutto questo è Mirror Mirror. Libri ai confini della realtà, il progetto ideato per BookCity 2018 dalla Libreria Covo della Ladra di Via Scutari /Via Padova, in collaborazione con lo studio CORE-lab , e che vede il coinvolgimento di studiosi, docenti, case editrici e lettori nazionali e internazionali. 
Partendo dalla letteratura fantastica, tra fantasy, distopia e fantascienza, Mirror Mirror parte alla ricerca della nostra contemporaneità, affondando le radici nella vita quotidiana del quartiere – e della libreria – che la ospita. 
Perché Mirror Mirror non è solo una rassegna dedicata alla fantascienza e al fantastico ma una riflessione di più largo respiro sulle connessioni del genere, con il reale.

***

Ecco il programma dei tre giorni, limitato SOLO agli eventi che si svolgeranno presso la libreria "Covo della Ladra". Per il programma completo, vi rimando qua.



Venerdì 16 novembre

Venerdì 16 novembre, alle 18:30, inauguriamo Book City con un incontro dedicato all’arte di tradurre ed adattare la fantascienza.

Cosa significa tradurre la fantascienza?
Cosa significa adattare un romanzo di fantascienza ad una sceneggiatura cinematografica o televisiva?
Ne parleremo con la traduttrice ed adattatrice Flora Staglianò e l’autore, e giornalista, Emanuele Manco, per la serie di incontri “Osservatori Osservati”.

La serata di Venerdì 16 novembre, inizia alle 19:30, in libreria, con Chen Qiufan e il suo futuro distopico cyberpunk.

Il futuro che ci attende è anche quello che viene da un’altro mondo ed un’altra società.

Ne parliamo con Chen Qiufan,  uno degli autori del panorama letterario cinese di punta. Con lui e con Francesco Verso, di Future Fiction, parleremo della sua visione del futuro prossimo, tra romanzi e racconti cyberpunk.

Con la collaborazione e sponsorizzazione dell’Istituto Confucio.

Sabato 17 novembre:

La giornata di sabato 17 novembre si apre con una vera colazione atomica, in compagnia di Clelia Farris e Francesco Verso.

La colazione del Covo della Ladra del sabato mattina sarà una colazione “atomica”, in compagnia di Clelia Farris e Francesco Verso. Con loro parleremo dei loro ultimi libri e della visione del mondo che ci raccontano. Un passo in più verso il futuro.

Il sabato pomeriggio ci dilettiamo in duelli di magia alla maniera di “Hogwarts”, con l’Harry Potter Live Action dell’Associazione Back to Hogwarts.

Anche nel mondo magico capita di avere alterchi o qualche screzio o, nel peggiore dei casi, di doversi confrontare con un nemico od un Mago Oscuro.

E’ bene, perciò, sapersi difendere e saper reggere il confronto di un duello di incantesimi. Per questi motivi, anche nella succursale italiana di Hogwarts esiste il Club dei Duellanti, attività che prevede un combattimento a colpi di magia tra due aspiranti maghi.

E’ un duello a punti e sono vietatissime le Maledizioni Senza Perdono.

Il tutto sorvegliato e tenuto sotto controllo da più arbitri per evitare…conseguenze spiacevoli.

L’attività è ad accesso libero! Tutto ciò che serve è una bacchetta e la volontà di mettersi alla prova!”

Sabato 17 novembre incontriamo tre autori tra i più amati, per una carrellata tra fantasy e fantascienza, in collaborazione con La Corte Editore.


Due universi, due mondi paralleli e diversi, due modi di leggere il nostro presente e la nostra contemporaneità attraverso la lente della letteratura fantastica e di fantascienza.

Tra distopia e fantasy, incontriamo i mondi di Edoardo Stoppacciaro e Francesca Caldiani.

L’incontro “open book” al Covo della Ladra, di Sabato 17 novembre, è con Vanni Santoni e i suoi mondi a metà tra realtà e immaginazione.

Dai giochi di ruolo alla realtà virtuale, dal mondo analogico alle frontiere del sogno.

Nel parliamo con Vanni Santoni per una serata all’insegna del futuro prossimo venturo.

Domenica 18 novembre:

Domenica 18 novembre si pranza in Libreria, dalle 11.30, con tre autori fantastici: Alessio del Debbio,Giovanni Magistrelli, Luca Tarenzi.

Un pranzo all’insegna del fantasy storico e dell’urban fantasy con quattro autori che fanno da maestri per la scena contemporanea italiana.


Partiremo dalla Milano di Leonardo da Vinci e arriveremo tra i vicoli del quartiere Baggio di Milano, passando per le montagne della Garfagnana a cavallo dei secoli. Rincorreremo le bizzose divinità norrene e inseguiremo antiche bestie feroci.

(Approfondimento qua)

Domenica 18 novembre, alle 15.30, parleremo di selfpublishing con chi ha scelto questa strada e chi fa parte di un’altra editoria.

Un panel dedicato al selfpublishing per sfatare miti, raccontare come funziona e parlare con chi ha scelto questa strada per pubblicare i propri romanzi. Tra scelte di genere e scelte di vita, il self visto dalla parte del publishing.


Partecipano:

Antonio Tombllini – StreetLib
Perla Giannotti – Autrice
Francesca Pace – Dark Zone
Giacomo Ferraiuolo – autore
Alessio del Debbio – moderatore

(Approfondimento qua)

Domenica 18 novembre, alle 19:30, incontriamo uno dei maestri del genere: Pierre Bordage, autore di Arkane, La Corte Editore.

Un incontro “a libro aperto” con Pierre Bordage, autore di punta del fantasy contemporaneo. Con Arkane, scopriamo le nuove frontiere di un genere.

(Tutti i testi sono presi dal sito ufficiale).


Insomma, un bel programma, vero?

Allora, se siete in Lombardia, non perdetevi questi begli incontri alla Libreria "Covo della Ladra", in Via Scutari a Milano!

giovedì 11 ottobre 2018

Segnalazione "Mia. Il risveglio delle anime" di Vincenzo Gammone

Segnalazione "Mia. Il risveglio delle anime" di Vincenzo Gammone

Buon weekend, amici lettori! Oggi vi parlo di "Mia. Il risveglio delle anime", romanzo fantasy del giovane Vincenzo Gammone, edito da CTL Edizioni, una storia di intrigo e magia con protagonista un ragazzo di Napoli. Siete curiosi di saperne di più?

Titolo: Mia. Il risveglio delle anime.
Autore: Vincenzo Gammone
Editore: CTL (Livorno)
Anno edizione: 2018
In commercio dal 5 settembre 2018
Pagine: 200 
Formato: cartaceo (brossura)
EAN: 9788833870083
Prezzo: 14 euro
Disponibile su tutti gli store di libri (Sito editore, IBS). 

"Dietro ai manieri più importanti d'Italia si celano le scuole di magia più potenti al mondo".

Quarta di copertina: Due ragazzi comuni ed una vita normalissima, si trovano catapultati in una realtà alternativa. Mia si trova a fare i conti col suo passato. Dario, ragazzo omosessuale di Napoli, incontra una strega molto graziosa. Il famigerato mago oscuro Rastaghan viene risvegliato attraverso la rottura di un sigillo imposto molti secoli or sono dagli antichi stregoni delle anime. Una storia astratta piena di intrighi e colpi di scena, combattimenti all'ultimo sangue, amicizia, amore e legami ultra secolari.

In una notte splendida d’inizio autunno, un cielo luminoso e stracolmo di stelle illuminava la piana rocciosa: l’aria era fresca e un venticello tutto intorno accompagnava il profumo di fiori, di terra e di pietra calcarea. 
Di fronte ad un'enorme distesa erbosa sullo spaccato di una montagna, divisa da un frastagliato rigagnolo, sorgeva una splendida città chiamata “Matera”.  
Essa si ergeva nella terra di Basilicata, anticamente nota per essere rigogliosa di boschi, ed era molto caratteristica proprio perché le sue vecchie abitazioni erano intessute nella roccia stessa. 
Avevano un colore bianco sporco, che sfumava a tratti in un giallo ocra intenso, ed erano posizionate senza un preciso ordine architettonico, una sopra l’altra, proprio come l’immagine del Presepe che si usa addobbare nel periodo natalizio per commemorare la nascita di Gesù.  
La panoramica dall’alto dava l’impressione che le due montagne, divise da quel fiume, non avessero niente a che vedere l’una con l’altra, essendo morfologicamente molto diverse. 
Una zona presentava tante rocce spigolose che man mano scendevano a cascata, lungo il versante laterale della montagna. L’altra metà presentava alla vista una distesa di prato verde e di fiori rossi, in forte contrasto con i colori tenui di quell’immensa terra.
Biografia: chi è l'autore?
Vincenzo Gammone classe ‘91. Nasce a Napoli con una grande passione per la danza. Diplomato con il massimo dei voti all’Accademia Agorà Arte della medesima città. Appassionato di canto e recitazione, frequenta teatri sia per diletto che per lavoro. Un artista con la passione dei capelli, infatti si diploma come parrucchiere.
Ballerino per lavoro, scrittore per passione. Decide di scrivere il suo primo romanzo "Questo sono io", insieme a Silvana Carolla con lo scopo di “aiutare” i ragazzi omosessuali a non aver timore della società.

mercoledì 10 ottobre 2018

Recensione "Il respiro del diavolo" di Miriam Palombi

Recensione "Il respiro del diavolo" di Miriam Palombi

Bentrovati, lettori! Oggi vi parlo di "Il respiro del diavolo", secondo capitolo della trilogia "Legacy of darkness", di Miriam Palombi, apprezzata autrice DZ Edizioni. La trilogia non è facilmente iscrivibile in un genere, in quanto di base è un urban fantasy, ma ambientato in un tempo futuro, con contaminazioni thriller, horror e steampunk. Insomma, possiamo dire che l'autrice si è divertita a giocare con la storia, con il tempo e con i generi, realizzando una miscela esplosiva e molto intrigante!

Se "Il pentacolo" era un volume introduttivo (recensione qua), finalizzato a presentare i protagonisti e il mondo in cui si muovono, con "Il respiro del diavolo" entriamo nel vivo della vicenda. Vediamo i cinque protagonisti interagire e agire. Sono cinque personaggi decisamente affascinanti, ognuno con abilità particolari; personaggi che arrivano da tutto il globo, con il loro bagaglio culturale, il loro carattere, il loro tasso (minimo) di sopportazione della compagnia e del genere umano, ma che dovranno imparare a sopportarsi e supportarsi, per convivere. Loro, in fondo, adesso sono il Pentacolo, il Pentacolo dei giorni nostri, ciò per cui sir Malcom ha dato tutto, affinché si riunissero.

Una caratteristica piacevole del romanzo è la mescolanza, anzi la commistione di generi, cosa che adoro sempre quando leggo un romanzo. Mi piace vedere come gli autori lasciano libera la loro fantasia, mescolando fantastico con fantascienza e aggiungendo, come in questo caso, un pizzico di horror. Qua, si sente la vena horror dell'autrice, che non rinuncia a pennellate gotiche, scene di forte tensione, mistero, ricche di sacralità. Le ombre iniziano ad agitarsi, le acque si fanno inquiete, il respiro del diavolo alita sul collo di tutti i personaggi, al punto da smuovere persino Scotland Yard.
"Siamo su questa terra come granelli di polvere sospinti dal vento. Abbandonati nell'esatto punto in cui avremmo dovuto essere. Il fato non esiste, è volontà e dedizione assoluta".
Vari omicidi, simili come modus operandi, portano infatti i membri del Pentacolo a lavorare insieme, e qua è stato bello vederli all'opera. Ognuno ha un potere particolare e ci mette del suo nel decifrare ciò che sta accadendo. Intriganti le figure di Galahad e di Mordred, due "outsider", che però hanno molto da dire. E anche nel Pentacolo non tutti sono così sicuri di quello che stanno facendo; è comprensibile, in fondo si sono appena conosciuti.

(Card di Edward Raven, realizzata da Mala Spina)

Mistero, magia, intrighi e una serie di inquietanti delitti che ruotano attorno al Nero Capestro, un manufatto pericoloso "in grado di corrompere e piegare anche la più ferrea volontà". Di fronte a tale minaccia, "Non possiamo che essere stoici, raccogliere fede e coraggio in quest'ultima definitiva e tribolante battaglia".

E la battaglia definitiva di sicuro ci sarà nel terzo e conclusivo capitolo della trilogia "Legacy of Darkness". Riuscirà il Pentacolo a fermare il diavolo? ;)




lunedì 8 ottobre 2018

Nati per scrivere a Libri in Baia

Nati per scrivere a Libri in Baia

Bentrovati, amanti dei libri! Questo è un periodo ricco di fiere e eventi librosi e noi dell'associazione Nati per scrivere siamo ben felici di prendervi parte, per promuovere cultura e sostenere gli scrittori emergenti. Il 13 e 14 ottobre saremo a Sestri Levante (SP), per la seconda edizione della bellissima fiera del libro: "Libri in baia", nella splendida cornice della Baia del Silenzio. Pagina evento Facebook qua.

Ci troverete allo stand Nati per scrivere, dove saranno disponibili i libri miei, di NPS Edizioni e alcuni libri dei soci. Special guest: Linda Lercari, con i suoi romanzi, e il magazine L'Ordinario.



Libri che troverete allo stand Nati per scrivere a Libri in Baia: 
I miei libri:
La guerra dei lupi: primo capitolo di "Ulfhednar War", la mia saga fantasy ambientata in Toscana, con protagonista Ascanio, giovane officiante della Madre Terra, e Daniel, ulfhedinn fuggiasco del branco del Vello d'Argento.

I Figli di Cardea: secondo capitolo di "Ulfhednar War", in cui la potente organizzazione segreta "I Figli di Cardea" sfodera l'attacco agli ulfhednar del Vello d'Argento. 

Berserkr: urban fantasy autoconclusivo, ambientato a Berlino, ispirato a storia, leggende e mitologia germanica.

L'ora del diavolo: racconti fantastici ispirati al folklore e alle leggende della Lucchesia e delle Alpi Apuane.

I libri di NPS Edizioni: 

I fuochi di Valencia, di Elena Covani: urban fantasy di Elena Covani, ambientato a Valencia, nei giorni del carnevale di Las Fallas, ove si consuma una guerra per il controllo dell’evoluzione.

Il pastore di alberi, di Luciana Volante: favola ecologista, impreziosita da disegni realizzati dall’autrice che i bambini potranno colorare.

Venuti dal mare, di Gianluca Malato: una storia di terrore rivolta ai ragazzi e ambientata nella Sicilia di primo Novecento.

Oracoli, di Alessandra Leonardi: ambientati nella penisola italiana durante l’Antichità.

e i nuovissimi: 
Anime contro, di Alessio Del Debbio: romanzo young adults, ambientato a Viareggio, con protagonisti quattro ragazzi sul finire dell'adolescenza. Le loro esperienze, il loro modo di sentire la vita, il loro essere in bilico tra la spensieratezza dell'adolescenza e la prima età adulta.

Giovani inversi, di Romina Lombardi: silloge poetica sulla scoperta di sé, sulla crescita personale, sul sentirsi diverso e anche bullizzato in un'epoca in cui tutti tendiamo a essere uguali. Accompagnata dalle splendide illustrazioni di Alice Baldinazzo. 

Non mancheranno le antologie di Nati per scrivere:
Tutta colpa dello zodiaco: dodici racconti, di mistero e di magia, ispirati ai segni zodiacali.

Jukebox. Racconti a tempo di musica: dieci racconti che trattano il tema della musica.


E poi i libri dei soci dell'associazione. Ne indico qualcuno, a titolo esemplificativo, ma passate per scoprirli tutti: 

Cronache dalle tenebre, di Simone Falorni: urban fantasy ambientato durante il Regno d'Italia. La storia di due vampiri fiorentini e delle loro rocambolesche vicissitudini.

La resa delle ombre, di Chiara Rantini: romanzo intimistico, molto intenso, che segue le vite di due fratelli, movimentate dall'inserimento di una ragazza tra loro.

Viaggi irregolari, di Claudia Muscolino: la storia di una donna, di professione investigatrice, chiamata a indagare su un caso delicato, e costretta a fronteggiare la verità. Anche quelle scomode.

L'assonometria del caso, di Chiara Novelli: romanzo psicologico-noir, a tratti giallo, a tratti sci-fi dove tre uomini con lo stesso nome, Zauko Graus, perdono la loro identità.

Euridice, di Romina Bramanti: una bella reinterpretazione del mito di Orfeo e Euridice, raccontato dal punto di vista di lei. Splendide illustrazioni corredano il volume, che comprende sia testo in italiano che in inglese.

Se son rose... fioriranno, di Leandra Cazzola: storie di vita, raccontate dall'autrice, che ricorda la fanciullezza e le avventure insieme ai familiari, nell'Italia di fine anni '70/primi anni '80.

E poi, allo stand degli amici Panesi Edizioni, troverete i libri di Daniela Tresconi ("La linea del destino") e di Maria Pia Michelini ("Zena la nuda"). E non dimenticatevi di passare dallo stand di Silvia Civano, per conoscere le avventure del simpatico Posso.


***

Domenica 14 ottobre, alle ore 14.15, a Libri in Baia (sul palco dell'agave) presenteremo inoltre il "Progetto giovani", ossia il lancio di due libri che parlano e si rivolgono ai giovani lettori, agli adolescenti: "Anime contro", di Alessio Del Debbio, e "Giovani inversi", di Romina Lombardi.



Info sull'incontro sulla pagina Facebook. Non mancate, sarà molto interessante!

Questa la pagina Facebook, per rimanere aggiornati su "Libri in baia". Vi aspettiamo! :)