sabato 14 ottobre 2017

Segnalazione "Dave" di Sonia De Leonardis

Segnalazione "Dave" di Sonia De Leonardis

Buona domenica, amici dei mondi fantastici! Oggi vi presento il libro di una giovane autrice italiana: Sonia De Leonardis. Il romanzo si intitola "Dave" ed è disponibile su tutti gli store di libri e ebook. Pronti per scoprirlo?

Titolo: Dave
Autore: Sonia De Leonardis
Editore: CreateSpace Independent Publishing Platform
Genere: Fantasy
Formato: cartaceo e digitale
Pagine: 206
Prezzo: 10, 40 € (cartaceo), 4 € (digitale)

Disponibile su tutti gli store di libri (Amazon).


Trama
Un incontro inaspettato, cosa comune al giorno d'oggi ma non così comune se l'incontro avviene nella propria camera. Questo è quello che è capitato a Cleo, ragazza timida ma con la voglia di scoprire cosa si celi dietro a quel ragazzo misterioso.

 “L’aria è bella, comunque se mi vuoi, sono giù. Tanto lo so che verrai” 
“E come fai a saperlo?” 
“Perché non sai resistermi”.

Biografia dell’autore: 
Sonia De Leonardis si è diplomata come perito tecnico informatico dedicandosi poi allo studio di assistente veterinario e addestratore cinofilo e nel frattempo appassionandosi alla fotografia nelle fiere cosplay. Grazie al self publishing ha finalmente realizzato il sogno di vedere la sua prima storia in formato cartaceo. Il guaio che ne ha altri 30 in testa e chissà quando si potranno vedere “reali”.

Per rimanere in contatto con l'autrice e scoprire di più sui suoi lavori, ecco i suoi social: Twitter, pagina Facebook autrice e pagina Facebook libro.




venerdì 13 ottobre 2017

Segnalazione "La rivincita degli ultimi" di Gianluca Malato

Segnalazione "La rivincita degli ultimi" di Gianluca Malato

Torna un caro amico del blog: Gianluca Malato, con il suo nuovo lavoro, un racconto steampunk ambientato nel Medioevo. Curiosi? Preparatevi a scoprire "La rivincita degli ultimi". 

Titolo: La rivincita degli ultimi
Autore: Gianluca Malato
Editore: Self-Publishing
Genere: Steampunk
Formato: ebook e cartaceo
Anno di pubblicazione: 2017
Prezzo: 0,99 € ebook; 3,63 € cartaceo su Amazon
Link per l'acquisto: Amazon; Google Play.

Sinossi

Alexandros è un contadino che vive nell'Italia del Medioevo, in un periodo cui la Chiesa opprime i braccianti e li obbliga a versare delle imposte insostenibili. Un giorno, l'arcivescovo gli chiede di infiltrarsi in una misteriosa confraternita capeggiata da Elia, un carismatico leader che il Vaticano sospetta di eresia. Alexandros scopre che l'uomo è un ingegnere che ha imparato a controllare la forza motrice del vapore e che ha inventato macchine che svolgono in pochi minuti il lavoro che un contadino svolgerebbe in giorni. 

Lo scopo dell'inventore è instillare nei contadini il concetto di "riscossa sociale" ed egli è convinto che le macchine a vapore possano essere lo strumento per rendere liberi tutti gli oppressi del mondo. Scettico e confuso, Alexandros dovrà capire se abbandonare i dettami di una vita sempre uguale e decidere da che parte stare.

La luna era piena e luminosa e Alexandros poté osservare incredulo il frutto di quel lavoro. La terra era perfettamente arata, ma invece di impiegare mezza giornata di lavoro erano occorsi solo pochi minuti. Spalancò la bocca, stupefatto.
«Che ne pensi?»
«Sono senza parole.»
«Le parole verranno, abbi fede.»
Alexandros si girò verso di lui aggrottando le sopracciglia.
Elia, intuendo i dubbi dell'amico, gli sorrise. «Adesso che non devi più sgobbare come un animale per lavorare la terra, hai più tempo per te stesso. Più tempo per pensare.»
«Pensare a cosa?»
«Alla tua libertà, amico mio.» Aveva nel tono di voce la leggerezza di chi crede nelle sue parole. «Chiediti solo questo: per quale motivo dobbiamo ancora essere servi della gleba? Perché dobbiamo abbassare la testa di fronte ai feudatari e al clero? La terra la lavoriamo noi, quindi è nostra, così come sono nostri i suoi frutti, nati dalla nostra fatica. Perché devono ingrassare i nostri padroni? Soprattutto, perché dobbiamo avere dei padroni?» Nel descrivere quel mondo così diverso dal loro, Elia assunse uno sguardo trasognato. «Con una macchina come questa potremmo prenderci cura delle nostre terre e lavorarle in pace per il nostro fabbisogno e per la nostra ricchezza. Pensaci, Alexandros. Una macchina del genere potrebbe rendere liberi tutti i contadini dal giogo dei padroni.
» 
L'autore

Gianluca Malato è nato a Erice nel 1986. Scrive per diletto sin dall’età di 16 anni, pubblicando romanzi brevi e racconti di genere fantastico in vari siti Internet specializzati.

Dal 2008 collabora come redattore con il giornale online Fantascienza.com, per il quale scrive notizie sul mondo del cinema e articoli di divulgazione scientifica, inoltre ha collaborato con il portale Silenzio-In-Sala.com, con la rivista Fantasy Magazine e con il blog Ossblog.it.

Trasferitosi a Roma, si laurea in Fisica Teorica con indirizzo Meccanica Statistica dei Sistemi Complessi presso l’Università “La Sapienza”, trovando successivamente lavoro nel settore informatico.

Nel 2014 pubblica con la formula del self-publishing una seconda edizione del suo primo romanzo Il Golem. Nello stesso anno la rivista Fantasy Magazine pubblica il suo racconto di genere sword and sorcery Razziatori di tombe, ambientato nello stesso contesto fantasy del romanzo Il cuore di Quetzal, sempre del 2014 ed edito da Nativi Digitali Edizioni. Nel 2015 pubblica con Dunwich Edizioni il romanzo breve di genere steampunk Vapore Nero e i racconti Sulla rotta della Black Steam e Il sogno di Icarus. Nel 2016 pubblica il racconto horror L'isola del male. L'anno successivo pubblica il racconto steampunk La rivincita degli ultimi.

Contatti:
Sito Web
Facebook pagina

Twitter pagina

mercoledì 11 ottobre 2017

"I mondi del fantasy VI" (3) - Marco Losi

"I mondi del fantasy VI" (3) - Marco Losi

Torna la rubrica che approfondisce i racconti dell'antologia "I mondi del fantasy VI", di Limana Umanìta Edizioni. Nelle puntate precedenti abbiamo scoperto i racconti di Alberto Pietrantoni, Alessandra Leonardi e Marco Bertoli (qua) e di Giuseppe Gallato (qua). Oggi cediamo la parola a Marco Losi, autore del racconto "Effetti ignoti".

Parla Marco Losi:

"Effetti ignoti" è un giallo particolare. L’ambientazione è un fantasy medievale, e le indagini, che ruotano intorno alla morte di uno studente di un’accademia in cui si insegna l’alchimia, vengono condotte da una squadra di maghi e alchimisti che la gente chiama “gli Sciacalli”, perché spesso dove c’è un cadavere in breve arrivano loro.

Avevo già introdotto questi investigatori in un racconto pubblicato nell’antologia "I Mondi del Fantasy" II; mi piaceva l’idea di rimetterli al lavoro. Erano nati proprio con la mia partecipazione a quel concorso, nel 2012, in un periodo in cui andavo avanti a pane, birra e CSI: un po’ per il martellamento delle mie visioni televisive, un po’ per un sopito ricordo del personaggio Lord Darcy di Randall Garrett, mi era venuta in mente l’idea di scrivere un giallo in chiave fantasy. E al ritmo televisivo si sono ispirati entrambi i racconti pubblicati su "I Mondi del Fantasy", con una narrazione che ho cercato di mantenere incalzante, fatta di descrizioni brevi, dialoghi serrati e basata, salvo qualche licenza per ricordarmi che non stavo scrivendo una sceneggiatura, sul principio show, don’t say.

Alla base di Effetti ignoti c’è un’accusa classista: uno studente di famiglia nobile muore dopo una colluttazione con un compagno “borghese”, che ovviamente viene ritenuto subito colpevole. Ma costui è anche figlio di un facoltoso finanziatore dell’accademia, e questo, per la scuola, complica le cose…

In uno dei personaggi più importanti coinvolti in questa indagine ho cercato di dare qualche sfumatura, qualche suggestione presa da uno dei grandi personaggi della tragedia greca, genere che ho amato dai tempi del liceo e in cui sento che resta sempre un piccolo condizionamento mentre scrivo.


Infine, ci tengo a dire che scrivere il racconto nel limite delle 18000 battute previste dal regolamento del concorso è stata una vera sfida: la prima stesura sforava il limite del 50%...
Gli studenti della Regia Accademia di Alchimia brulicano per i corridoi. Gli animali ricamati sulle loro divise sembrano saltellare eccitati. Linci, leoni, unicorni... uno stemma diverso per ogni nobile famiglia. Per ricordare agli insegnanti con chi hanno a che fare.La calca supera la grata che blinda i sotterranei e il cartello che dice: "area esperimenti - vietato l'ingresso"; confluisce nell'atrio, attorno a due quattordicenni che se le danno di santa ragione. Uno porta lo stemma di un grifone con gli artigli in mostra, l'altro non ha emblemi ed è sporco di vomito.
***
A presto, con altri "dietro le quinte" sull'antologia "I mondi del fantasy".
PS: Ricordo agli autori dei vari racconti che, se vogliono presentarlo, anche con qualche estratto, possono contattarmi privatamente per preparare l'articolo. :)

lunedì 9 ottobre 2017

Nati per scrivere a Libropolis

Nati per scrivere a Libropolis (20, 21 e 22 ottobre 2017)

Amici lettori, vi informo con piacere che la mia associazione culturale "Nati per scrivere" sarà presente alla prima edizione di Libropolis, il festival dell'editoria e del giornalismo indipendenti, organizzata dall'associazione Controcultura, che si terrà a Pietrasanta, presso il Chiostro di Sant'Agostino, dal 20 al 22 ottobre 2017. L'ingresso è gratuito.


Nel corso della fiera ci saranno un sacco di eventi: conferenze, presentazioni e incontri con tanti autori. Una fiera che dà spazio a tutti, lettori, scrittori e appassionati, uniti dall'amore per i libri.

Noi di Nati per scrivere non potevamo non partecipare, e così ci troverete tutti e tre i giorni al nostro bellissimo, e coloratissimo, stand a Libropolis! Mi raccomando, passate a trovarci, perché vi aspettano una decina di libri! Quali? Eccoli:



L'ora del diavolo, di Alessio Del Debbio: antologia di racconti fantastici ispirati a leggende e tradizioni folkloristiche toscane, in particolare della zona della Versilia, Lucca e Alpi Apuane. Creature dell'immaginario locale sono protagonisti di storie fantastiche che affondano nel folklore e nelle tradizioni lucchesi.

La guerra dei lupi, di Alessio Del Debbio: romanzo fantastico ambientato in Toscana ai giorni nostri, in particolare nelle boscose montagne dell'Appennino Tosco-Emiliano dove un branco di ulfhednar si è insediato. Spetta ad Ascanio, giovane officiante della Madre Terra, e al suo compagno Daniel, un ulfhedinn fuggiasco, fronteggiare la minaccia dei guerrieri lupo di Odino. E ciò che sta dietro di loro.

Anime contro, di Alessio Del Debbio: romanzo di formazione, mette in scena le vite e le emozioni di quattro ragazzi sul finire dell'adolescenza. Jonathan, l'amico che tutti vorrebbero, quello che mette sempre prima gli altri di sé stesso; Francesca, saggia e riflessiva, piegata in due dai fantasmi del passato; Veronica, novella Cenerentola, sempre in cerca della sua luce; e Leonardo, troppo grande per essere ancora un adolescente, troppo piccolo per essere già un uomo.

Il pastore di alberi, di Luciana Volante: deliziosa favola ecologista, corredata da disegni in bianco e nero che i bambini possono colorare. Aiutare il pastore Sabatino e il suo cane Teo a liberare le fate degli alberi, prigioniere della strega Griselda, e a salvare così la natura.


Se son rose... fioriranno, di Leandra Cazzola: raccolta di racconti intimistici ispirati alla giovinezza dell'autrice. Storie familiari, di sorrisi, abbracci e risate che offrono uno spaccato reale, e umoristico, dell'Italia di fine anni '70.

Una canzone all'improvviso, di Elena Covani: divertente commedia romantica ambientata in Versilia. Con uno stile piacevole e autoironico, l'autrice racconta le disavventure di Cassandra, una single (per scelta!) di oltre trent'anni, la cui vita scorre scandita da una regolarità quasi monotona, che stride con il mondo colorato e vivace degli amici, che ormai hanno messo su famiglia. Ma quando Alberto entra nella sua vita, Cassandra sarà costretta a mettere in discussione tutto ciò in cui ha sempre creduto.

Il custode dei cuori, di Romina Bramanti: romanzo onirico con protagonista Sognatore, che viaggia tra i mondi per portare felicità alle persone. Una storia per chi non rinuncia mai a credere alla bellezza, e alla fondatezza, dei propri sogni.

A cuore vivo, di Romina Bramanti: raccolta poetica dove a fare da protagonisti sono le emozioni, che turbinano imperterrite nell'animo dell'autrice, che le mette a nudo, ce le presenta, così, come sono.

Istruzioni di fuga per principianti, di Mirko Tondi: romanzo on the road ambientato nella Maremma Toscana. Un giovane, sempre ligio al dovere, sempre tutto d'un pezzo, un bel giorno ruba una valigetta misteriosa, passa a prendere la nonna, la carica in macchina e partono per un'avventura nella campagna maremmana. Un viaggio che è, prima di tutto, dentro noi stessi.


La linea del destino, di Daniela Tresconi: mistery storico ambientato nel borgo medievale di Arcola, in Liguria. Tre donne legate a un segreto del castello, tre storie in tre epoche diverse, che si incontrano oggi nel presente.

Cronache dalle tenebre, di Simone Falorni: un romanzo fantastico con protagonista una coppia di vampiri, che girano l'Italia tra Ottocento e Novecento. Azione, avventura e amore, molto più complicati per i vampiri che per gli umani!



Due super ospiti: "Al di là della cornice", un romanzo di terrore, scritto dalla bravissima Giovanna Evangelista, edito da Panesi Edizioni. Una coppia di sposini compra una casa a Posillipo, a Napoli, ma anziché iniziare una nuova vita tutta amore e cose belle si ritrova a vivere in un incubo. E "La borsa delle cianfrusaglie di Zia Jo", racconti inediti di Louisa May Alcott, tradotti per la prima volta da Valentina Avallone, per Panesi Edizioni.

E poi ci saranno i libri dell'associazione Nati per scrivere:

Tracce. Cinque passi in Versilia: antologia contenente cinque racconti ambientati tra Viareggio e la Versilia. "Ago e filo", di Luciana Volante; "La vera storia di Burlaman", di Alessio Del Debbio, "Punto e basta.", di Leandra Cazzola; "Il cigno mannaro", di Elena Covani", e "Tracce", di Maria Pia Michelini.

Jukebox. Racconti a tempo di musica: antologia contenente dieci racconti a tema "la musica". Ogni scrittore ha interpretato il tema a modo suo, secondo il gusto e la sensibilità che gli sono propri. Comprende "Il crociato", di Emanuele Marcheselli, "Frederick", di Luciana Volante, "Lo spartito del diavolo", di Daniela Tresconi, "Si bemolle", di Maria Pia Michelini, il mio urban fantasy "Sunday, gloomy Sunday", e poi "I love you, baby..." di Leandra Cazzola, "Lucia e le sue note" di Serenella Menichetti, "La voce" di Chiara Rantini, "New York City boy" di Francesco Balestri, e "Gli infami" di Mirko Tondi.


E ovviamente le mitiche borse di Nati per scrivere. Pratiche, in cotone, le distribuiremo a chi acquisterà Tracce Jukebox, le antologie dell'associazione, per ringraziare lettori e acquirenti per il sostegno che ci viene dato! Utili per contenere tutti i libri che comprerete a Libropolis!

Infine, super news, al nostro stand troverete anche la nuova antologia edita da Nati per Scrivere: Saperi e sapori d'Italia - I racconti di Libropolis, che raccoglie i racconti finalisti al concorso Libropolis, organizzato proprio da noi. Ve ne avevo parlato anche sul blog, ricordate?

Ovviamente ci sarà anche la cerimonia di premiazione, in cui nomineremo i tre vincitori tra i finalisti, che riceveranno i loro premi! L'evento si terrà sabato 21 ottobre alle 14 (dentro il Chiostro di Sant'Agostino) ed è ovviamente aperto a tutti, finalisti, partecipanti o semplici curiosi che vogliono conoscere dei racconti di scrittori italiani emergenti.



Beh, che aspettate? Preparate il portafogli e venite a trovarci a Libropolis!
Questa la pagina Facebook con tutte le info e questo il sito di Libropolis.

sabato 7 ottobre 2017

Segnalazione "Malkha, le avventure del giovane Nedo" di Francesco Ambrosio

Segnalazione "Malkha, le avventure del giovane Nedo" di Francesco Ambrosio

Torna Francesco Ambrosio sul blog "i mondi fantastici". Dopo averci presentato Lobo e l'universo di Efterion, oggi conosceremo le avventure del giovane Nedo, il nuovo personaggio creato dall'autore campano, protagonista di un nuovo romanzo di fantascienza edito da LFA Publisher. Pronti per viaggiare nel cosmo?

Titolo: Malkha, le avventure del giovane Nedo
Autore: Francesco Ambrosio
Editore: LFA Publisher

Genere: Romanzo di fantascienza
Pagine: 128

Formato: cartaceo
Prezzo: 14 euro

Disponibile su tutti gli store di libri (IBS).

TramaNedo, un giovane alieno del pianeta Abixinia a cui deve ancora spuntare la coda, è un sognatore sulla scia del fratello Blik. Ma sarà proprio la misteriosa scomparsa di quest’ultimo durante una missione nello spazio insieme ad altri quattro ricercatori a infondere nel ragazzo il coraggio necessario per intraprendere il suo primo viaggio nello spazio e mettersi alla ricerca del fratello.

In questa sua ricerca Nedo, in compagnia di un bizzarro jeibex e della scorbutica Kita, dovrà svelare il mistero dei labirinti parastellari sparsi qua e là nello spazio, costruiti dal leggendario celestiale di nome Malkha. Ma in questa sua ricerca il protagonista dovrà far fronte a una minaccia che non smetterà mai di seguirlo. Questo non è un romanzo di fantascienza ma un fantasy fiabesco che si spinge oltre i limiti della realtà. Viaggi spaziali, azione, misteri da svelare e tanti altri elementi vi trasporteranno in un’avventura molto fantasiosa e ricca di colpi di scena.

***
Abixinia era un piccolo pianeta che aveva una città ricca di giardini e di palazzoni bianchi. Era famoso per la sua grande università e i centri di ricerca per cui giungevano alieni da ogni galassia per studiare e diventare dei buoni ricercatori. Non pioveva mai su Abixinia. Le giornate erano sempre torride e molti si rinfrescavano nei boschi dove dei torrenti attraversavano le rovine della città antica, situata ai piedi di una montagna. 
Nella città alle spalle dei palazzoni bianchi si estendeva un agglomerato di casette dove sognare era l’unica cosa possibile in un’esistenza scandita da magre consolazioni e dove era difficile guadagnare una sola moneta dorata. Una moneta dorata ne valeva mille d’argento e quelle di bronzo, beh, erano la magra consolazione accennata prima. 
In una di quelle casette abitava un giovane abixino molto irrequieto. 
Come tutti quelli della sua specie era un alieno dalla pelle blu con testa ovale, due occhi di un azzurro scintillante adombrati da un caschetto di capelli neri che coprivano le sue orecchie a punta. Inoltre, aveva anche la punta di una coda, una cosa comune per i bambini di quel pianeta, dato che essa spuntava del tutto solo a sedici anni.

In quel momento l’abixino stava osservando dalla finestra i palazzoni della città sognando di diventare un ricercatore. Era infatti quello il mestiere più remunerativo su Abixinia. Il ragazzo era piuttosto sbadato e aveva spesso la testa tra le nuvole. Anche a scuola si impegnava poco e ogni giorno era costretto subirsi il sermone del padre che di mestiere faceva l’artigiano. 
La modesta condizione della sua famiglia però non aveva ostacolato la carriera intrapresa dal maggiore dei due fratelli, diventato un esploratore di primo livello sui cinque esistenti nella società. 
L’esploratore di primo livello poteva viaggiare nello spazio per studiare stelle particolari o altri corpi celesti, o addirittura mettersi sulle tracce di leggendarie creature che popolavano i cieli. 
Lui, invece, poteva solo fantasticare su cose simili, insomma, l’immensità dello spazio gli sembrava una cosa così bella rispetto a quel buco di pianeta che, invece, avrebbe rischiato di condannarlo per sempre a un qualche lavoro forzato. 
«Nedo! Nedo!» lo stava chiamando qualcuno. 
Il ragazzo era troppo assorto a fantasticare. 
«Nedo! Nedo!» La pacca sulla spalla lo fece sobbalzare come se si fosse appena risvegliato da un sogno. 
«Mamma!» esclamò lui alla vista dell’aliena dai lisci capelli biondi. 
«La cena è pronta!» disse lei che dopo lo abbracciò con un dolce sorriso stampato sulle labbra. 
Nedo restò a bocca aperta nel notare le lacrime sul viso della madre che dopo lasciò la presa e si strofinò gli occhi per non farsi vedere dal figlio in quello stato. 
«Ah, Nedo sii forte, tuo padre deve dirti una cosa!» 
Un turbine di pensieri assalì il ragazzo. Avrebbe voluto insistere ma non riuscì a dire nulla al momento. Si alzò dalla sedia di legno blu e di corsa uscì dalla sua stanza.


***



Biografia autore:

Francesco Ambrosio nasce a Caserta il 16 dicembre del 1990. Dopo aver conseguito il diploma presso il Liceo Classico Francesco Durante di Frattamaggiore e una iniziale esperienza universitaria, ha intrapreso varie strade che hanno contribuito ad alimentare la sua passione per la scrittura.

Il 22 luglio del 2016 ha pubblicato il suo primo romanzo, intitolato “I guardiani dell’Efterion”, con la casa editrice Bibliotheka Edizioni. A gennaio 2017 ha inoltre pubblicato su Amazon, in ebook, la fiaba spaziale “Le avventure di Lobo, il pianetino parlante”, premiata il 20 maggio 2017 come prima classificata alla IV edizione del concorso “Libera la fantasia”.

Se volete rimanere in contatto con l'autore, lo trovate sul suo profilo Facebook: Francesco Ambrosio.



venerdì 6 ottobre 2017

Segnalazione "Vessilli di guerra" di Stefano Mancini

Segnalazione "Vessilli di guerra" di Stefano Mancini


Amici del fantasy epico e battagliero, oggi è un grande giorno, perché è uscito "Vessilli di guerra", secondo capitolo delle Cronache degli Eroi di Stefano Mancini, acclamato autore italiano di epic fantasy. Dopo "L'erede del mago" (recensito qua sul blog), torniamo nelle terre di Mhur con Bronwen e i suoi compagni. Cosa accadrà? Soffiano forti venti di guerra su tutto il Laomedon!

Titolo: Vessilli di guerra
Autore: Stefano Mancini
Editore: Linee infinite
Genere: Fantasy
Collana Phantasia
Anno: 2017
Pagine: 476
Prezzo: € 15,00
ISBN: 978-88-6247-167-1

Il romanzo è disponibile su tutti gli store di libri (Amazon).

Trama: Scoperti e arrestati subito dopo aver messo piede su Ynis-Eythryn, Bronwen e i suoi compagni si ritrovano prigionieri degli elfi, destinati a una condanna a morte o, nella migliore delle ipotesi, a una lenta e inesorabile detenzione a vita. La ricerca dell’Amuleto di Iirn giunge così a una prematura e drammatica conclusione, proprio nel momento peggiore. A oriente, infatti, Golgran Braccia d’Acciaio si appresta ad assaltare la Schiena del Drago, forte di un esercito sterminato di musogrigio e del potente regalo dell’Uomo Rosso. Riusciranno le difese dei nani a reggere, come hanno fatto fin dall’alba dei tempi? Come reagiranno i Maghi Anziani di Qarash-Tahn a questi sconvolgimenti? E perché troll e minotauri stanno marciando
in massa verso il cuore del continente? 

Dopo L’erede del mago, Stefano Mancini ci regala il secondo, atteso capitolo della saga “L’Era degli Eroi”, un nuovo romanzo intriso di avventura, colpi di scena ed eroici scontri.

Biografia dell'autore:
Stefano Mancini, laureato in giornalismo e iscritto all’Ordine dei professionisti dal 2005, è direttore editoriale della “Tracce d’Inchiostro”, agenzia di servizi editoriali rivolta ad autori esordienti e affermati. 

Da aprile 2017 è anche direttore responsabile della testata giornalistica “il Lettore
di Fantasia”. 

Ha scritto l’acclamata trilogia high-fantasy “L’Era delle Guerre”, composta dai romanzi Le paludi d’Athakah, Il figlio del drago e Il crepuscolo degli dei (Linee Infinite Edizioni).


Con L’erede del mago e Vessilli di guerra ha avviato la nuova saga “L’Era degli Eroi”, sempre ambientata nel mondo di Mhur. I suoi altri romanzi sono Pestilentia (Astro Edizioni, vincitore del Premio Cittadella 2017),Ostilium (DZ Edizioni) e Il labirinto degli inganni (AndreaOppureEditore).

giovedì 5 ottobre 2017

Recensione "Cronache dalle tenebre" di Simone Falorni

Recensione "Cronache dalle tenebre" di Simone Falorni

Bentornati sul blog! Oggi ritroviamo "Cronache dalle tenebre", il romanzo fantastico di Simone Falorni, di cui vi ho già parlato in questo articolo di presentazione. Sono molto contento di tornare a parlarne, perché ho avuto il piacere di leggere questo romanzo molti anni fa, quando era ancora in fase di progettazione e prima stesura, e adesso che finalmente è uscito (dopo aver ottenuto vari premi e riconoscimenti!) lo sento un po' anche mio.


Di cosa parla? "Cronache dalle tenebre" è, appunto, un fantasy, ma non è ambientato in regni inventati bensì in Italia, come il mio "La guerra dei lupi", precisamente l'Italia della seconda metà dell'Ottocento. Siamo a Firenze, dove inizia la nuova vita di Alberto Lampredi, nato nel capoluogo toscano nel febbraio 1831 e deceduto, sempre a Firenze, nell'altrettanto lontano dicembre 1865, in una serata umida e fredda, in cui, complice il vento pungente, il gelo riusciva a penetrare nelle ossa, incurante degli strati di indumenti che ci si metteva addosso in cerca di ristoro dal rigore invernale.

Protagonista del romanzo, e voce narrante, è quindi Alberto, un vampiro. No, tranquilli, niente vampiri alla Twilight, qua i vampiri sono creature della notte, belle e maestose ma anche terribili e crudeli, sono predatori (anche se a volte possono diventare prede!) e cacciatori, sono signori vampiri con le palle. Oh, per fortuna! Alberto, dicevamo, muore a metà Ottocento e diventa un vampiro. Come? Perché? Tutte cose che scoprirete leggendo. Essendo la storia narrata dal suo punto di vista, abbiamo modo di entrare nella mente e nel cuore di Alberto, di scandagliare i suoi umori, le sue paure, le sue ansie. Essere un vampiro non è facile per lui, soprattutto all'inizio, e questo aspetto di approfondimento interiore è interessante.

L'altro personaggio principale è Rodrigo, l'affascinante e passionale vampiro a cui Alberto si unisce, in un'unione che non è soltanto carnale ma mentale, di possesso interiore. Insieme, i due vampiri gireranno per il neo-formatosi Regno d'Italia, vivendo tutta una serie di avventure. Sì, la componente avventurosa non manca, come non mancano insidie, pericoli e altre creature fantastiche, oltre ai vampiri. Cito soltanto le sirene e i licantropi (lupi! Woof!).

Anche le ambientazioni sono interessanti, perché spaziano tra città e paesaggi naturali, tra montagne e mari, sempre restando comunque sul territorio italiano, da Firenze alle rive del Mar Tirreno, fino a raggiungere la Valle d'Aosta. Una lettura breve, veloce, sostenuta da uno stile piacevole e curato, che offre un'alternativa italiana a un genere fantastico spesso ricco di cliché. Consigliato.

lunedì 2 ottobre 2017

Novità Dark Zone al Romics

Novità Dark Zone al Romics

Salve, viaggiatori dei mondi fantastici! Oggi vi presento le novità Dark Zone in arrivo all'edizione di ottobre del Romics! Ben tre romanzi, due fantastici e uno di narrativa storica, che sicuramente vi sorprenderanno, per la bellezza delle copertine e per l'originalità delle trame proposte: I figli di Danu, la saga urban fantasy di Melissa Pratelli; Kunoichi Sen, di Giusy Moscato, e il fantasy epico Gli spiriti selvaggi, di Andrea De Angelis. Pronti a scoprirli?

Titolo: I figli di Danu. Il richiamo
Autore: Melissa Pratelli
Genere: Urban Fantasy
Target: ragazzi
Editore: DZ edizioni
Pagine: 462
Formato: 15X21

Prezzo: 14,90 euro

Sei pronta a scoprire chi sei veramente?  

Trama: Penelope Lee Johnson ha sedici anni, una famiglia ingombrante e un desiderio: entrare a Oxford. Per questo, decide di trasferirsi in Scozia e frequentare una delle scuole più prestigiose del Regno Unito. Al suo arrivo, Lee conosce i MacIntyre, che appartengono a una ricchissima e misteriosa famiglia di Edimburgo. 

La ragazza instaura da subito un legame molto forte con loro, che sembra avere del sovrannaturale e che la spinge a indagare. Ciò che non si aspetta, per , è che il loro segreto affondi le radici in un lontano passato. E ancor meno che coinvolga anche lei. Lee dovrà quindi trovare il coraggio di riscoprire se stessa e sventare la minaccia che incombe su di lei.  

Biografia dell'autore: 
Melissa Pratelli è nata a Pesaro, sulla riviera Adriatica. Dopo aver frequentato il liceo linguistico nella sua città, si è laureata presso la facoltà di lingue e letterature straniere di Urbino, perseguendo la sua passione per le lingue. Sin dalla tenera età, ha amato i libri e la lettura e la sensazione travolgente di perdersi dentro nuovi mondi e nuove storie.  
Amante del genere fantasy e del genere romance, esordisce nel 2011 con una piccola casa editrice.  Nel 2016 pubblica con la Dark Zone Edizioni un romance young adult dal titolo “Ancora un po’ di Charlie”. Segue, nel 2017 sempre con la Dark Zone, un romance new adult dal titolo “Dillo alla luna”. 

***

Titolo: Kunoichi Sen. Il ninja
Autore: Giusy Moscato
Genere: Narrativa
Target: ogni lettore
Editore: DZ edizioni
Pagine: 271
Formato: 15X21
Prezzo: 14,90 euro

Nata per essere una donna
Cresciuta per essere un ninja

Trama: Nel cuore dell’isola di Hokkaido sorge il villaggio di Kakushima dove gli uomini si allenano per diventare i migliori ninja del Giappone. Per generazioni è stato così, finché non sono nata io, una donna, figlia primogenita di uno dei più importanti clan.

Mi è stato imposto un nome maschile, mi hanno ordinato di celare il mio volto e mettere a tacere la mia voce. Ho dovuto allenarmi duramente, come un uomo, per diventare ciò che i miei antenati volevano che fossi. Mi chiamo Nakagawa Sen e sono un ninja.

Biografia dell'autore:
Giusy Moscato è nata nel 1991 a Cefalù, cittadina turistica siciliana dove vive tuttora. Dopo aver frequentato il liceo linguistico del proprio paese, ha conseguito la laurea in Mediazione Linguistica presso l'Università degli Studi di Palermo e attualmente si sta specializzando in Traduzione per le relazioni internazionali.
Si è appassionata alla scrittura già ai tempi della scuola elementare e ha proseguito negli anni, dedicandosi alla poesia prima e alla prosa poi. Da sempre legata al mondo del fantasy, con la saga “Kunoichi Sen” ha voluto sperimentare una storia d'azione.

***

Titolo: Gli spiriti selvaggi. La leggenda dei cavalieri di Asha
Autore: Andrea de Angelis
Genere: Fantasy classico
Target: ogni lettore
Editore: DZ edizioni
Pagine: 515
Formato: 15X21
Prezzo: 14,90 euro

Scopri la verità dietro la leggenda  

Trama: In un mondo antico, popolato da draghi e mostruose creature, ha luogo un terribile crimine. Chi ne è il misterioso autore? Un cacciatore di draghi di nome Mohegan, insieme a inaspettati compagni di viaggio, dovrà affrontare una lunga ricerca ed una disperata corsa contro il tempo per capire chi trama nell'ombra e quali sono i pericoli che incombono sulle Terre di Asha.  Lo attenderà un viaggio attraverso terre selvagge e lussureggianti, territori di caccia di draghi e mostri, seguendo le tracce di una leggenda antica come il tempo. Un cammino costellato di sfide, oscuri segreti ed antiche verità. 

Biografia dell'autore:
Andrea De Angelis nasce a Roma, il 15/07/1987. Studia Arte al Liceo Artistico A.Caravillani e si diploma in Illustrazione all'accademia privata "Scuola Internazionale di Comics" di Roma. Insegna Computer Grafica presso Archibit Genersation S.r.l. Ha lavorato come illustratore, concept artist e grafico web. Ha lavorato anche come compositore e Sound Designer.  "Gli Spiriti Selvaggi - La leggenda dei Cavalieri di Asha" è il suo primo romanzo pubblicato. 

Troverete i tre titoli, assieme a tutti gli altri della Dark Zone, allo stand della casa editrice a Romics 2017!


domenica 1 ottobre 2017

Segnalazione "I superstiti di Ridian" di Marta Duò

Segnalazione "I superstiti di Ridian" di Marta Duò

Buona domenica, amici dei mondi fantastici! Iniziamo ottobre alla grande, con un romanzo di fantascienza ambientato in un futuro post-apocalittico: "I superstiti di Ridian", di Marta Duò, edito da Plesio Editore. Pronti per scoprire come sarà la Terra nel XXV secolo?


Titolo: I Superstiti di Ridian
Autore: Marta Duò
Editore: Plesio Editore
Genere: Fantascientifico post apocalittico
Formato: Cartaceo 15x21 e ebook
Pagine: 200
Prezzo: 12,00€ cartaceo e 3,49€ ebook
ISBN: 9788898585502

Il romanzo è acquistabile su tutti gli store di libri (AmazonKoboIbs) e sul sito di Plesio Editore.

Trama: XXV secolo: la Terra è ormai un deserto di sabbia e ghiaccio e le nuove generazioni crescono su Ridian, pianeta prossimo al centro della Galassia. La guerra contro gli antichi abitanti lo ha reso un territorio ostile, in cui le colonie terrestri non sono più al sicuro. Sotto la cupola di Red City vivono Nerissa, studentessa destinata al ritorno sulla Terra, e Handel, professoressa che le impartisce lezioni clandestine di letteratura. Una missione inattesa le trascinerà nel terribile conflitto che ha devastato i due mondi. Al centro di uno scontro di civiltà, Nerissa dovrà scegliere tra le rassicuranti menzogne della sua vecchia vita e le atroci verità che le rivelerà Daar, giovane combattente determinato a porre fine all'epoca della colonizzazione umana.
I terrestri hanno reso questo pianeta il loro posto ideale: morto, vuoto, incapace di incutere paura a chi non è in grado di comprenderlo.
Biografia autrice: chi è Marta Duò?
Marta Duò nasce a Torino nel 1995 e la sua formazione scientifica la porta a iscriversi al corso di laurea in Fisica. Da sempre divoratrice di libri, soprattutto fantasy, si avvicina alla distopia e alla fantascienza ai tempi del liceo. Crea mondi da quando aveva undici anni e spesso finisce per distruggerli.
Per Plesio Editore ha pubblicato I Superstiti di Ridian (febbraio 2017), fantascientifico post apocalittico.
Nelle antologie di Historica Edizioni trovate i suoi racconti Kalevi (Racconta gli Animali, gennaio 2016) e Cioccolatò (Racconti dal Piemonte, edizione 2017, maggio 2017).


Per rimanere aggiornati sui lavori dell'autrice, potete seguirla sul suo blog o su Instagram! Buon viaggio su Ridian! ;)