sabato 4 dicembre 2021

Contest fotografico "ParoleInPosa" 2021 - 2022 – Premio Bramanti

 Contest fotografico "ParoleInPosa" 2021 - 2022 – Premio Bramanti 

Parte la quarta edizione di ‘Parole in Posa – Premio Bramanti’, il challenge fotografico con tema: libri e letteratura italiana e straniera, dedicato ad appassionati di fotografia e fotografi professionisti con premiazione a Lucca Città di Carta 2022 grazie alla collaborazione di Romina Bramanti con Nati per Scrivere, L’Ordinario, NPS Edizioni, Versiliatoday, Bakemono Lab, Panesi Edizioni, DZ Edizioni e Carta, Colla e Fantasia.



Il challenge è intitolato a Enzo e Sandra Bramanti, padre e figlia, due persone solari e amanti della cultura, prematuramente scomparsi rispettivamente nel 2011 e nel 2015 per due mali incurabili. Enzo, padre affettuoso e sensibile, trasmetteva agli altri l’immenso amore per gli animali, il suo bizzarro modo di “inventarsi” oggetti riutilizzando abilmente materiale in disuso e la passione peri libri. Sandra, tenace e altruista e con una grande passione per la fotografia amatoriale, divoratrice  di fumetti oltre che di libri. Unendo le loro passioni Romina, l’altra figlia di casa Bramanti, ha ideato questo contest fotografico/letterario come omaggio alla loro vita.

REGOLAMENTO

Organizzatore del contest è la scrittrice Romina Bramanti in collaborazione con L’Associazione culturale Nati per Scrivere, Versiliatoday,  L’Ordinario, NPS Edizioni, Bakemono Lab, Panesi Edizioni, DZ Edizioni e Carta, Colla e Fantasia. Ai sensi del DPR 430 del 26.10.2001 art. 6 lett. a) la presente iniziativa a premi non è considerata “concorso a premi” in quanto il premio rappresenta il riconoscimento del merito personale e titolo di incoraggiamento nell’interesse della collettività. Il contest Fotografico si svolge secondo le seguenti regole:

1) PARTECIPANTI. 

Il contest Fotografico è aperto a tutti gli utenti solo se iscritti a Facebook (di seguito gli “Utenti” e “Utente” se al singolare) e se maggiorenni. 

2) ISCRIZIONE E MODALITÀ DI PARTECIPAZIONE 

La partecipazione al contest Fotografico è GRATUITA e potrà avvenire dal 01 dicembre 2021 fino alle ore 23:59 del giorno 31 gennaio 2022. Ciascun Utente potrà partecipare al contest Fotografico con un massimo di tre (3) foto che dovrà spedire all’indirizzo mail paroleinposa@gmail.com rigorosamente in alta risoluzione e specificando nome, cognome, luogo e data di nascita e se si è fotografi professionisti o amatoriali. 

IL TEMA. 

Due i soggetti con cui è possibile partecipare: 1) Una fotografia che ritragga e rappresenti concettualmente un libro letto, di cui si dovrà specificare il titolo nella mail di accompagnamento. Es. ‘Uno, Nessuno, centomila’ ritratto in una foto 2) oppure una fotografia che avrà un libro inserito come “architettura” nella composizione della foto. Verranno tassativamente escluse foto che ritraggono SOLO copertine libri o foto SELFIE con il libro. 

I VINCITORI E PREMI. 

Verranno individuati 3 vincitori assoluti. Una giuria tecnica costituita da un rappresentante per ogni collaboratore del concorso stesso, valuterà tutte le foto e sceglierà un vincitore tra i professionisti o un vincitore tra gli amatoriali. In un secondo momento tutte le foto saranno inserite, in data 14 febbraio 2022, sulla pagina facebook ufficiale del contest e, dalle ore 9.00 del 14 febbraio 2022 fino alle 23.00 del 15 marzo 2022, sarà possibile votarle esclusivamente sulla Pagina Ufficiale Facebook @paroleinposa. La foto (senza distinzione tra amatoriale o professionista) che riceverà più like sarà l’immagine vincitrice decretata del pubblico. Per i vincitori sono previsti riconoscimenti importanti (nello specifico, libri e/o buoni per l’acquisto online messi a disposizione delle stesse case editrici). L’Organizzazione si riserva di attribuire anche premi speciali nel caso lo reputi opportuno e anche di non decretare un vincitore nel caso le foto non rispondessero alla qualità richiesta. 

MODALITÀ 

Una volta ricevuto riscontro dall’organizzazione, il partecipante potrà iniziare a condividere le foto sui propri profili con gli l’hastag #paroleinposa e il tag @luccacittadicarta che l’organizzazione condividerà suoi propri canali. Un modo per farsi conoscere in attesa della votazione valida del pubblico. 

I partecipanti  potranno aderire al contest Fotografico solo ed esclusivamente con Foto di cui abbiano la paternità dell’opera, per le quali abbiano autorizzazione alla pubblicazione e relativa cessione da terzi qualora siano ritratti ulteriori soggetti oltre all’Autore. Ogni Utente è responsabile del contenuto della propria opera e garantisce di godere di ogni diritto di utilizzare i contenuti delle foto inviate per il concorso, ovvero di averne ottenuto le necessarie liberatorie, impegnandosi in tal senso a manlevare e mantenere indenne l’Associazione nella presente manifestazione da qualsiasi pretesa e/o azione di terzi e a risarcire l’Associazione da qualsiasi conseguenza pregiudizievole, ivi incluse eventuali spese legali, anche di carattere stragiudiziale, che dovesse subire in conseguenza della violazione di quanto sopra indicato. L’Organizzatore non sarà in alcun modo responsabile per eventuali richieste di risarcimento avanzate da soggetti ritratti che appaiono nelle fotografie inviate o da detentori di diritti per cui non è stata richiesta la necessaria liberatoria. 


3 – AUTORIZZAZIONI E DICHIARAZIONI SULLE FOTO 

L’invio della Foto per la partecipazione al Contest Fotografico comporta la cessione a titolo completamente gratuito della stessa e dei relativi diritti di utilizzo agli Organizzatori, autorizzando questi ultimi a pubblicare direttamente e/o cedere la Foto a terzi, per la pubblicazione su canali e materiali di comunicazione (a titolo esemplificativo e non esaustivo stampa, internet, ogni eventuale materiale pubblicitario futuro) e/o altrove sia nel caso in cui la Foto risulti vincente che non vincente. Non verrà riconosciuta alcuna remunerazione per la pubblicazione/esibizione/produzione in serie della Foto. 

4 – PREMIAZIONE 

I Vincitori saranno avvisati dall’Organizzatore tramite mail o telefono entro e non oltre il 30 marzo 2022.  L’Organizzatore non si considera responsabile per eventuali mancati recapiti degli avvisi di vincita dipendenti esclusivamente da disguidi al di fuori del suo diretto controllo. La premiazione si terrà a Lucca in occasione del Festival Lucca Città di carta (data, orario e modalità in via di definizione).


giovedì 2 dicembre 2021

Segnalazione "Il Potere del Sangue: Vampiri a Perugia" di Andrea Bindella

 Segnalazione "Il Potere del Sangue: Vampiri a Perugia" di Andrea Bindella

Bentrovati, lettori. Oggi vi segnalo l'uscita di "Il potere del sangue: vampiri a Perugia", secondo capitolo del Ciclo di Ricardus, scritto da Andrea Bindella. 

Titolo: Il potere del sangue

Ciclo di Ricardus

Genere: urban fantasy

Autopubblicato.

Disponibile su Amazon


Richard sta per scoprire che tutta la sua esistenza è stata manovrata per un solo scopo: permettere al Signore dei Vampiri di trasferirsi nel suo corpo.


«Io sono Richard, il castigatore, e questa è la vera storia di come ho affrontato il Signore Oscuro e il suo esercito di succhiasangue.»


Richard è stato trasformato in un vampiro contro la sua volontà e per questo ha perso la famiglia. Oggi, dopo quasi cinquecento anni di raggiri, sta per scoprire che il suo corpo diventerà il nuovo involucro del Signore dei Vampiri. Anche la sua attuale famiglia è stata massacrata per permettere questo scambio; questa volta, però, Richard si ribellerà a quelle assurde regole e si vendicherà uccidendo chiunque lo ostacoli, anche se la verità sarà tragicamente diversa da quello che si aspetta.

Se ti piacciono i romanzi horror e le storie ricche di colpi di scena, in questa serie ti ritroverai a sospettare di chiunque e a scoprire i più inquietanti dettagli sulla cattiveria dei vampiri verso i propri simili e nei confronti delle loro prede, gli umani.

Riuscirà Richard a trovare il vero colpevole e a perdonarsi? Leggi ora il romanzo!


Biografia

Andrea Bindella è nato a Perugia e vive ad Assisi.

A dodici anni inizia a scrivere la sua prima opera, un libro di fantascienza intitolato Il Ritorno delle Furie, “pubblicato” su un quaderno a quadretti, di quelli che si usavano alle medie. Pur coltivando la scrittura come passione, dopo aver conseguito il diploma all’Istituto Tecnico per Geometri, inizia gli studi in Ingegneria Civile.

Proprio in quegli anni – in Umbria – si sta avviando la ricostruzione post terremoto del ’97, così Andrea decide di lasciare l’università per dedicarsi alla libera professione e aiutare la sua regione a rialzarsi dopo quei tragici eventi.

Dopo il “capolavoro” d’esordio delle medie, continua a scrivere altre storie, tenendole, però, tutte ben nascoste in un cassetto, convinto che il livello qualitativo dei suoi testi non sia sufficiente per essere proposto a un pubblico più vasto della propria famiglia.

Quando la crisi finanziaria ed economica del 2008 travolge il suo settore professionale e tutto sembra perduto, Andrea trova la forza e il sostegno per andare avanti proprio nella scrittura: capisce che non serve piangersi addosso e che occorre rimboccarsi le maniche.

Scrivere lo spinge a una continua riscoperta e crescita interiore; attraverso le parole, Andrea condivide riflessioni e tematiche riguardanti la vita di ogni giorno, cercando sempre il confronto per ampliare la propria apertura mentale e soddisfare la propria insaziabile curiosità.


Per scoprire di più, visitate il sito dell'autore!

domenica 28 novembre 2021

Segnalazione "Ad libitum" di Luca Saba Demontis

 Segnalazione "Ad libitum" di Luca Saba Demontis

Scrivere o non scrivere: Questo è il dilemma 

“Io sognavo di essere uno scrittore, e, grazie al mio primo romanzo pubblicato, lo sono. Ho anche avuto un discreto successo, tanto da aver spinto la mia casa editrice a numerose ristampe. Ma ancora non mi sento completamente soddisfatto. È colpa della storia che ho scritto, che non mi piace, o è colpa di come la storia ha riscritto me?” 

Ogni scrittore, prima o poi, si pone questa semplice - quanto complessa - domanda: una questione che porta a esaminare il più profondo subconscio, i propri successi, sogni e desideri. 

Luca Saba Demontis, scrittore esordiente della Casa Editrice Horti di Giano, ha raccontato una storia intitolata Ad Libitum che potrebbe descrivere il percorso di ogni scrittore. 

Disponibile dal 26 Novembre 2021 sul sito dell’editore, in tutti gli store online e nelle librerie. 

 

Quarta di copertina:

“Giacomo Cosmi si è sempre definito uno "scrittore", pur non avendo mai pubblicato. Arrivato a venticinque anni, una parte di sé sente l'esigenza di coronare il sogno ed esserlo in modo ufficiale.  

Sognare non fa male.  

Ma si sa: sognare ad occhi aperti, talvolta, può anche dimostrarsi pericoloso. Perché non sempre si trova un'ancora di salvezza in caso di difficoltà. 

Quando il gioco della consapevolezza lo porta a domandarsi se sia effettivamente uno scrittore, la sua unica certezza si palesa come un mero pilastro di sabbia. 

Siamo ciò che siamo, o quel che pensiamo di essere, magari aggrappandoci ai nostri personaggi? E cosa definisce uno scrittore: lo scrivere o l'aver pubblicato? 

Luca Saba Demontis percorre ad libitum un'idea di razionalità attraverso i desideri, analizzando le dinamiche che intrecciano bisogni di varia natura al concreto che non sempre ci asseconda." 

Un romanzo di formazione che porterà colui che legge a scoprire se stesso; Il protagonista di questa storia ci condurrà in un viaggio all’interno della scrittura, di come nasce questo desiderio di raccontare e dei compromessi che si celano dietro tale Arte.  Sei pronto a scoprirli? 


Biografia:

Luca Saba Demontis nasce nel 1993 a Cagliari, dove vive tuttora. Si forma con studi di maturità Scientifica e frequenta la facoltà di Medicina e Chirurgia. Fin da ragazzo coltiva l’interesse per la scrittura creativa, sperimentando vari generi per focalizzarsi poi maggiormente sulla narrativa, scrivendo racconti e romanzi. Durante l’Università, si forma da autodidatta e si dedica alla fotografia come ulteriore mezzo creativo. 


sabato 27 novembre 2021

Segnalazione "Guerra degli incubi" di Lorenzo Bosisio

Segnalazione "Guerra degli incubi" di Lorenzo Bosisio

Bentrovati, lettori. Dopo avervi presentato "Oltrebosco", oggi vi segnalo il romanzo fantasy "Guerra degli incubi" dello stesso autore, Lorenzo Bosisio. Conosciamolo insieme! 

TITOLO: Guerra degli incubi

AUTORE: Lorenzo Bosisio

PAGINE: 628

EDITORE: self

LINK ACQUISTO Amazon


TRAMA:

Aska è un ragazzo come gli altri. Incastrato nella realtà del suo paesino natale non ha grandi prospettive per il futuro, anche se nel suo intimo sogna di vivere avventure. Non sa che nel suo cuore è celata un’eredità millenaria, un potere capace di compiere meraviglie.

Una notte la morte bussa alla sua porta e in un baleno la sua vita cambia radicalmente. Scampato per un soffio, il ragazzo si trova catapultato nel mezzo di una epica guerra per la sopravvivenza dei Quattro Regni contro un antico male mai sconfitto, il Signore degli Incubi.

Un esercito di mostri sciama sui Quattro Regni distruggendo tutto ciò che si para sul suo cammino e tocca a un manipolo di eroi, guidato dalla saggezza millenaria di Ailamar, opporsi al male dilagante in una lotta disperata e senza quartiere. Mentre la guerra devasta il mondo in un vortice di follia distruttiva, Aska affronta un viaggio attraverso l’ombra che alberga in lui alla ricerca di una verità dimenticata.

In quel momento e in un luogo fuori dal tempo, Aska, affronta la sua nemesi in uno scontro che chiuderà un’era e ne aprirà una nuova. Sarà un’epoca di luce o un periodo di cupa tenebra?


Guerra degli Incubi è un romanzo dal ritmo serrato ambientato in un mondo popolato da creature fantastiche e da uomini dotati di poteri straordinari, in cui la manichea lotta fra il bene e male assume una dimensione epica unica e originale.

Se vi è piaciuto il ciclo dell’Eredità, la saga di Shannara o la trilogia di Tenebre e Ossa, amerete questo libro.


La bianca Torre del Sole, la guglia più alta del palazzo imperiale, simbolo della gloria dell’Impero del Sole Nascente, splendeva nel riverbero morente del tramonto come una lancia di perla conficcata sulla cima dell’imponente promontorio che ospitava Luce. I riflessi rossastri si diffondevano sulla città sottostante, fino agli ultimi sobborghi, creando stupendi giochi luminosi a cui era impossibile abituarsi.

Da quando era arrivato, ogni giorno Ake percorreva i lunghi tornanti della Grande Strada che serpeggiava intorno al promontorio e che attraversava tutte le città satellite della capitale, fino a raggiungere le mura esterne, anch’esse bianche e levigate, mai colpite da guerre.

Ake amava godersi quello spettacolo ed era un’abitudine che aveva preso fin dalla prima visita alla capitale, quando aveva varcato le porte di Luce alla guida della carovana con i vessilli de Il Trono e la Spada.



BIOGRAFIA AUTORE Lorenzo Bosisio

Sono nato a Milano nel 1975 e vivo a Nova Milanese. Sono laureato in Ingegneria delle Telecomunicazioni e lavoro per una multinazionale del settore Information & Communication Technology nella consulenza in ambito IT Service Management. Quando non sono impegnato nel lavoro, dedico il mio tempo alla famiglia: mia moglie Daniela e i miei due figli, Giulia e Andrea. 

Ci sono tre cose che vi voglio raccontare di me.

La prima cosa è che adoro scrivere, e quando lo faccio ci dedico tutto me stesso: è il mio modo per comunicare le emozioni, affidandole al mezzo più sincero che ci sia, il foglio. Un foglio non ti giudica, non ti compatisce, non è tuo amico o nemico: è uno specchio, e se hai il coraggio di affrontarlo, sa restituirti molto più della tua sola immagine.

La seconda è che adoro la nostra lingua, e quando la vedo maltrattata divento pignolo ai limiti dell’acribia. Questo a volte mi attira delle critiche, ma la sciatteria e il pressapochismo mi fanno davvero infuriare. In compenso so essere generoso, leale e sincero verso chi sa conquistarsi la mia stima.

L’ultima è che adoro sperimentare. Una sola vita mi va stretta, quindi cerco di riempirne ogni momento: oltre a lavorare e a scrivere, sono maestro di arti marziali, suono la chitarra – e se potessi vorrei dedicarmi anche al pianoforte –, leggo molto, ascolto musica, guardo un sacco di film, appena posso frequento musei e seguo eventi d’arte. Odio perdere tempo con cose o persone che non mi fanno stare bene, ma mi piace moltissimo condividerlo con chi invece lo rende speciale.

Sono autore fantasy, sia per giovani menti che per un pubblico un po’ più adulto, e horror. Al momento ho pubblicato due romanzi e tre racconti brevi.


venerdì 26 novembre 2021

Segnalazione "Oltrebosco" di Lorenzo Bosisio

Segnalazione "Oltrebosco" di Lorenzo Bosisio

Bentrovati, lettori. Oggi vi segnalo il romanzo "Oltrebosco" di Lorenzo Bosisio, edito dalla casa editrice "La strada per Babilonia". Scopriamolo insieme!

 

TITOLO: Oltrebosco

AUTORE: Lorenzo Bosisio

PAGINE: 116

EDITORE: La strada per Babilonia

LINK ACQUISTO Amazon

TRAMA:

Un ragazzo si sveglia in un bosco. Non sa chi è, né come ci è arrivato. È solo, affamato e infreddolito. Dovrà imparare a sopravvivere e lottare contro la natura ostile, aggrappato alla speranza di trovare una via di uscita verso casa, verso quella vita di cui non ricorda altro che piccoli frammenti sconnessi. 

Un ragazzo si sveglia ogni mattina e lotta contro la realtà opprimente della periferia di una grande città. Combatte contro una famiglia disastrata. Si ribella contro una scuola che lo vuole controllare. Cresce in un ambiente ostile, una giungla dove solo il più forte ce la fa. 

Due storie così diverse, ma con un legame molto forte. Quale destino le unirà? Un romanzo che parla di speranza, amore, coraggio. 

Età di lettura: da 12 anni.


Il ragazzo levò lo sguardo dal terreno sotto di lui e la cercò. L’oscurità della notte era così fitta in quel bosco che riusciva a malapena a distinguere il suo profilo, nonostante fosse molto vicina. Allungò il braccio stando attento a non perdere l’equilibrio e le sfiorò la mano. La ragazza lo fissò preoccupata. I suoi occhi erano così bianchi che sembravano illuminare tutto intorno a loro come piccole lune argentee. 

Sedevano l’uno accanto all’altra su due massicci rami di un grande albero, a diversi metri da terra. Sotto di loro, nascosta alla loro vista, strisciava silenziosamente la creatura che li braccava da tempo.


BIOGRAFIA AUTORE: Lorenzo Bosisio

Sono nato a Milano nel 1975 e vivo a Nova Milanese. Sono laureato in Ingegneria delle Telecomunicazioni e lavoro per una multinazionale del settore Information & Communication Technology nella consulenza in ambito IT Service Management. Quando non sono impegnato nel lavoro, dedico il mio tempo alla famiglia: mia moglie Daniela e i miei due figli, Giulia e Andrea. 

Ci sono tre cose che vi voglio raccontare di me.

La prima cosa è che adoro scrivere, e quando lo faccio ci dedico tutto me stesso: è il mio modo per comunicare le emozioni, affidandole al mezzo più sincero che ci sia, il foglio. Un foglio non ti giudica, non ti compatisce, non è tuo amico o nemico: è uno specchio, e se hai il coraggio di affrontarlo, sa restituirti molto più della tua sola immagine.

La seconda è che adoro la nostra lingua, e quando la vedo maltrattata divento pignolo ai limiti dell’acribia. Questo a volte mi attira delle critiche, ma la sciatteria e il pressapochismo mi fanno davvero infuriare. In compenso so essere generoso, leale e sincero verso chi sa conquistarsi la mia stima.

L’ultima è che adoro sperimentare. Una sola vita mi va stretta, quindi cerco di riempirne ogni momento: oltre a lavorare e a scrivere, sono maestro di arti marziali, suono la chitarra – e se potessi vorrei dedicarmi anche al pianoforte –, leggo molto, ascolto musica, guardo un sacco di film, appena posso frequento musei e seguo eventi d’arte. Odio perdere tempo con cose o persone che non mi fanno stare bene, ma mi piace moltissimo condividerlo con chi invece lo rende speciale.

Sono autore fantasy, sia per giovani menti che per un pubblico un po’ più adulto, e horror. Al momento ho pubblicato due romanzi e tre racconti brevi.