lunedì 15 aprile 2024

Segnalazione "Tenebre sulla fattoria" di Dario Di Gesù

 Segnalazione "Tenebre sulla fattoria" di Dario Di Gesù

Buonasera lettori. Oggi vi segnalo la nuova uscita di Dark Zone Edizioni, che scalda i motori in vista delle prossime fiere: "Tenebre sulla fattoria", di Dario Di Gesù, autore giovane ma decisamente promettente. Scopriamola insieme!


Quarta di copertina: 

Il sole ha smesso di sorgere e ombre perenni celano orrori in agguato. Eppure la fattoria degli Ashmoore non è sguarnita: animali dalle capacità uniche trattengono l’assedio delle tenebre fuori dal recinto.

La capra Jillian evoca creature extradimensionali tracciando circoli sul terreno col suo sangue, a rischio della propria salute mentale.

Il gallo Norton scaccia le tenebre e brucia i propri nemici con le benedizioni del Sole, senza lasciare che la sua fede vacilli sotto l’assalto della notte.

Il maiale Pigfried combatte con la propria corazza armata, addestrato per anni e irriducibile nella volontà di battersi per difendere ciò che gli è caro.

Riusciranno questi insoliti guardiani a evitare che l’oscurità oltrepassi i confini della fattoria o la notte li inghiottirà e trionferà sulla luce del giorno?


STRILLO

Cosa divide la disperazione dalla determinazione?


Copertina di Roberto Bianchi.

Altre info sul sito DZ Edizioni.


Biografia

Nato a Palermo il 25 marzo 1984, Dario Di Gesù è cresciuto tra viaggi, letture, giochi e l’interesse verso qualsiasi altro modo per raccontare una “storia”. Laureato in biotecnologie a Pavia, approda infine tra i monti nei pressi di Lucca.

Affascinato dal mondo umanistico quanto da quello scientifico, nonché lettore onnivoro, Dario nutre da sempre una passione per ogni declinazione del fantastico e per la scrittura, che esercita sin da giovane. A partire dal 2021 ha pubblicato alcuni racconti all’interno di antologie e due libri come unico autore.

Le cose a cui tiene di più sono la moglie e gli affetti. Adora qualsiasi animale, ma se si dice che i suini siano i suoi preferiti…



Segnalazione "Il richiamo della morte" di Giovanni Ascolani

Segnalazione "Il richiamo della morte" di Giovanni Ascolani

Bentrovati, lettori. Oggi vi segnalo l'uscita del nuovo romanzo breve di Giovanni Ascolani: "Il richiamo della morte", edito da Delos Digital. Scopriamolo insieme!



Titolo: Il richiamo della morte

Autore: Giovanni Ascolani

Weird - Romanzo breve

Copertina di Dante Primoverso (IA)

Collana a cura di Luigi Pachì

Data di uscita:  2 aprile 2024

Editore: Delos Digital srl

Collana: Innsmouth n. 160

Pagine (stimate): 60

Formati: epub (ok anche per kindle)

Prezzo: Euro 2,99


C'è un destino che bussa alla porta: è un richiamo, il richiamo della morte.


Michele, a seguito di un incidente stradale, trova riparo in un misterioso albergo. Non è solo: nella hall ci sono altre tre persone che hanno deciso di fermarsi per la notte. Fuori nevica e le strade non sono praticabili, i telefoni non funzionano: gli ospiti sono isolati dal resto del mondo. Michele è tormentato da oscure visioni, forse allucinazioni. Eppure, la realtà è più inquietante di quanto si possa immaginare: il confine tra la vita e la morte è davvero labile e non sempre è possibile discernere l'una dall'altra.

C'è un destino che bussa alla porta: è un richiamo, il richiamo della morte.


L'AUTORE

Giovanni Ascolani è nato a San Benedetto del Tronto nel 1989. Sin da piccolo si è appassionato al fantasy, all'horror e alla fantascienza. Il suo autore preferito è H.P. Lovecraft. Ha iniziato a scrivere nel 2018 pubblicando il suo primo racconto Psicosi nell'antologia Racconti horror  Volume I della Historica Edizioni.

Nel 2019 i racconti brevi Vudù, La Sindrome di Ekbom e Il Krampus sono stati inseriti rispettivamente nelle antologie Z di Zombie 2019, Halloween all'Italiana 2019 e Un Natale Horror 2019 curate da LetteraturaHorror.it. Nello stesso anno Il sabba è entrato a far parte della raccolta I racconti della Masca  Volume II della Masca Servizi Editoriali. Nel 2020 il racconto Il viaggiatore è uscito sulla rivista Dimensione Cosmica (Nuova Serie N.11) del Gruppo Editoriale Tabula Fati.

Nel 2021 Lo sciacallo è stato pubblicato in ebook per la collana Horror Story di Delos Digital, mentre i racconti Incubi e Il Dio venuto dall'Altrove sono apparsi rispettivamente sulle riviste Il Grimorio del Fantastico (Numero VII) e Dimensione Cosmica (Nuova Serie N.15). Nel 2022 ha pubblicato il suo secondo ebook con Horror Story,  La notte della Strige.


Tutte le informazioni sul sito Delos Digital

Su Amazon Kindle

ISBN: 9788825428582



venerdì 12 aprile 2024

Torna il festival Lucca Città di Carta 2024 - Comunicato di lancio

 Torna il festival Lucca Città di Carta 2024 - Comunicato di lancio


IL 27 E 28 APRILE AL REAL COLLEGIO LA TERZA EDIZIONE DEL FESTIVAL LUCCA CITTÀ DI CARTA  

TRA GLI OSPITI MARCELLO FOIS, SARA RATTARO, CECILIA DAZZI E PAOLO ERCOLANI 

Oltre 80 stand, 70 eventi, laboratori, mostre, workshop e una speciale Bianchina carica di libri


Lucca, 12 aprile 2024 – Dal mondo del giallo con gli scrittori Gian Andrea Cerone e Marco Vichi, alla grande narrativa con Marcello Fois e Sara Rattaro, dalla storia “a portata di giovani e social” con Matteo Rubboli alla filosofia moderna con il pensiero sempre originale di Paolo Ercolani, per approdare al cinema con Cecilia Dazzi, l’indimenticabile “ragazza del muretto”, ospite speciale di un convegno dedicato alla parità di genere. 

La terza edizione del festival Lucca Città di Carta, diretto dalla giornalista Romina Lombardi, l’editore Alessio Del Debbio, Daniela Tresconi e Maria Grazia Russo, torna al Real Collegio (Piazza del Collegio, Lucca) a ingresso gratuito sabato 27 e domenica 28 aprile 2024, con orario continuato 10 – 19 e promette un calendario davvero nutrito. 

Oltre ai grandi ospiti già citati, a cui si aggiungono gli scrittori amici del Festival come Marco Pardini con il suo ultimo libro, Leonardo Gori come moderatore d’eccezione e Marco Buticchi nelle insolite vesti di scrittore-insegnante, la manifestazione prevede un calendario di eventi collaterali per bambini e ragazzi, mostre, laboratori di scrittura, laboratori di stampa e oltre 80 stand tra editori, artigiani e artisti. 

Nella due-giorni del festival oltre alla fiera espositiva rappresentata da moltissimi editori indipendenti provenienti da tutta Italia, sono previsti circa 70 eventi con ampio spazio ai grandi temi di attualità, alla storia, all’ambiente, ma anche alle tradizioni e al territorio con vari omaggi dedicati al maestro Giacomo Puccini, l’anteprima della seconda parte del fumetto ‘L’ultimo viaggio degli Streghi’, un progetto di Nps Edizioni in collaborazione con il Museo italiano dell’immaginario folklorico, ‘Garfagnam: i prodotti garfagnini in 65 ricette’ e l’incontro con il Professor Paolo Fantozzi del titolo ‘Anglo-Toscana, scrittori inglesi e americani nel paesaggio Toscano’

Tanti anche i temi sociali: dall’incontro sull’endometriosi con Vania Mento fino all’Alzheimer spiegato ai bambini con il laboratorio sul libro illustrato, ironico e delicato al contempo, ‘La memoria del cuore’ di Margherita Grotto. E proprio il programma dedicato ai bambini e ragazzi, propone, tra le altre cose, domenica 28 aprile alle 15, lo spettacolo “piratesco” Capitan Bitorzolo di Andrea Visibelli. 

Importante focus sull’attualità e umanità in vista dei nuovi scenari creati dall’intelligenza artificiale con il Filosofo Paolo Ercolani e con il libro ‘Cinque anni alla fine del mondo’ di Monica Zoe e Luca Cosci, in anteprima nazionale. Per i professionisti e appassionati del marketing, Massimiliano Bianchi, AD di Cromology e Gabriele Carboni, presenteranno "Essentials of Modern Marketing", il più recente libro di Philip Kotler, che racconta alcuni casi di successo di aziende italiane, tra cui quello di Cromology Italia. Il programma completo è consultabile sul sito www.luccacittadicarta.it. Per informazioni è possibile scrivere a segreteria@luccacittadicarta.it o inviare un messaggio whatsapp al 347/1917818.


LE PARTICOLARITÀ

Per questa terza edizione sono tante le particolarità/novità che sbarcano al Festival. La prima si noterà subito: all’ingresso del Real Collegio infatti ci sarà a salutare il pubblico la mitica Bianchina del progetto ‘Chiedi alla Polvere’. Fucsia, anno 1965, la Bianchina è una libreria itinerante.  Da Napoli arrivano poi gli Scugnizzi, ovvero i ragazzi di Scampia che hanno avuto il coraggio di aprire una libreria nei luoghi di spaccio e hanno avuto un grande successo. Loro sono i ragazzi di Marotta&Cafiero edizioni e racconteranno la loro storia al Festival. Sempre loro, domenica mattina alle 10.30, terranno un laboratorio speciale per bambini dedicato alla stampa. 

E proprio dedicata alla storia della stampa è l’area Gutenberg a cura di Emporium Athestinum, associazione culturale di Este, che da due edizioni raccoglie l’entusiasmo del pubblico di Lucca Città di Carta. In questa area situata al piano terra del Real Collegio grandi e piccini, per due giorni, potranno provare a stampare e conoscere la storia di Gutenberg. Al primo piano, tra le novità del Festival, ci sarà uno spazio dedicato agli amanti dei giochi da tavola grazie alla collaborazione con Ludus in Tabula APS dove il pubblico, tra un evento e l’altro, potrà provare giochi e divertirsi dalle 10 alle 19.  

A Lucca Città di Carta, inoltre, il pubblico potrà fare un viaggio incredibile nella scrittura del romanzo d’avventura, tra aneddoti ed esperienza personale di uno scrittore di fama mondiale. Sarà infatti Marco Buticchi, autore di bestseller per Longanesi, a tenere per un giorno, uno speciale workshop per il pubblico del festival a ingresso gratuito. Atmosfere del passato si potranno rivivere grazie alla rievocazione storica con la Milizia di San Giorgio a cura dell’Associazione Sarzana Senza Tempo (domenica 28 aprile ore 16) e all’associazione Lo Studiorum, che proporrà in entrambe i giorni delle piccole sessioni di danze rinascimentali.


A LUCCA CITTÀ DI CARTA ARRIVA ANCHE IL CINEMA

Per la prima volta a Lucca Città di Carta arriva anche la contaminazione con il cinema grazie al convegno organizzato e fortemente voluto da Blitos Edizioni e dalla sua presidente Maria Grazia Russo in collaborazione con il festival. L’evento, dal titolo ‘La cultura dell’uguaglianza di genere – Letteratura e cinema come strumenti di sensibilizzazione sociale’ in programma sabato 27 aprile alle 15.00 vedrà ospiti, in un intervento congiunto sulla Centralità della donna nel cinema e nella fiction dal dopoguerra ad oggi, Veronica Vetrulli, Capo Progetto di Play Books di RaiPlay e Docente di Cinema Studies presso l’Università Unicusano e Claudio Norza, regista e produttore. All’interno dell’evento si terrà la cerimonia di premiazione del Concorso Letterario Nazionale di Pari Passo con una madrina d’eccezione: Cecilia Dazzi, l’indimenticabile “ragazza del muretto” e attrice, tra le altre cose, in film come La famiglia, Matrimoni, Caruso, Zero in condotta, Emma sono io, Wimbledon, Il caimano e Il rito.

LE MOSTRE

Tre le mostre presenti a Lucca Città di Carta. Al Real Collegio arriva eccezionalmente per il festival "La bellezza ritrovata" testimonianza fotografica e viva dell'esilio di intere generazioni di siriani. In esposizione le opere di Charley Fazio, fotografo professionista di Palermo, autore di reportage sociali realizzati in diverse parti del mondo e presidente di Joy for Children APS. La mostra è a cura di Titti Di Vito. Sempre fotografica è la mostra di Nelita Specchierla che con “B&W Street”, 12 scatti in bianco e nero, porta un estratto della sua carriera. Tra disegno e carta è invece la suggestiva esposizione di Peggy Petrini, in arte Peggy, che al festival porta “In Foglie”. Foglie di carta leggera si aprono al cambiamento nel susseguirsi delle stagioni con voli pindarici, e, come farfalle, si posano su tele vestite di velina, in un viaggio delicato di inizio e fine, volando e cadendo. 


L’AREA FOOD: DEGUSTANDO LIBRI

Grande novità di questa edizione è l’area Food curata dall’Associazione Cuochi Lucchesi, una collaborazione fortemente voluta dal Festival per garantire un menù semplice ma di grande qualità.  Per il pubblico, composto anche da stranieri visto la coincidenza del ponte del 25 aprile, sono stati pensati piatti veloci e leggeri ma che rispecchiano la tradizione lucchese e toscana e anche un momento merenda. Sarà inoltre possibile, per chi lo desidera, degustare l’olio biologico di Romani Olearia. Completano l’offerta la birra artigianale Rasinia e i punti caffè eco-solidali di EarthSpresso, dove il pubblico potrà fermarsi a degustare e a fare due chiacchiere. 

Lucca Città di Carta, il Festival dedicato ai libri, alla carta, all’arte e alla stampa che nelle precedenti edizioni ha registrato oltre 15.000 visitatori è organizzata da Lucca Città di Carta APS con il doppio team targato Nati per Scrivere e L’Ordinario in partnership con NPS Edizioni, Blitos Edizioni, Casa Inverse, AWB, Stamperia d’Arte Busato, con il sostegno di Cromology, EarthSpresso, UnicoopFirenze e Villa La Principessa e in collaborazione con Real Collegio, Emporium Athestinum, Libreria Fuori Porta, Villa Reale di Marlia, Associazione Cuochi Lucchesi, Romani Olearia, Associazione ArtisticaMente, Lo studiorum, In Versilia consorzio di promozione turistica Versilia, Toscana Libri, Toscana Today, Leggere:Tutti, Radio Nord Borealis.


Responsabile comunicazione Festival Lucca Città di Carta

Romina Lombardi

rominaeventi@gmail.com – 347/1917818



mercoledì 10 aprile 2024

Torna la Festa del Libro a Lido di Camaiore - 25 e 26 maggio 2024

 Torna la Festa del Libro a Lido di Camaiore - 25 e 26 maggio 2024

Sono aperte le iscrizioni per la colorata Festa del Libro in programma a Lido di Camaiore sabato 25 e domenica 26 maggio.

La manifestazione organizzata dal Consorzio di Promozione Turistica della Versilia, in collaborazione con l’Associazione Culturale Nati per Scrivere, torna a Lido di Camaiore per far conoscere e dare spazio a editori e autori locali.  

La Festa del Libro gode del patrocinio del Comune di Camaiore e si svolgerà sul Lungomare, sabato 25 e domenica 26 maggio, dalle 10 alle 20 dove verranno allestiti i gazebo dove autori, collettivi, associazioni culturali e case editrici, avranno la possibilità di far conoscere i propri libri e incontrare i propri autori.

Siamo felici e onorati di tornare a Lido di Camaiore anche quest’anno, per la Festa del Libro, un’occasione per incontrare lettori e appassionati di libri” afferma Alessio Del Debbio, presidente di Nati per Scrivere, “Dopo Lucca Città di Carta, un altro evento per valorizzare e promuovere la cultura del nostro territorio, a cui partecipiamo con entusiasmo, portando anche le nostre novità editoriali”.

Tutti gli espositori potranno proporre una presentazione o un incontro letterario, da inserire nel programma, fino a esaurimento spazi disponibili.

“La festa del libro fin dalla sua prima edizione ha anche lo scopo di mettere di far incontrare gli scrittori esordienti con realtà editoriali del territorio -aggiunge Carlo Alberto Carrai presidente del Consorzio- e di offrire la possibilità agli autori già affermati di far presentare le nuove produzioni letterarie e incontrare i propri lettori”.

Anche per questa edizione è previsto uno spazio per le attività per bambini, con letture animate, giochi e libri da sfogliare a misura di bambino.

Nella piazza di fronte al pontile sarà allestito un palco per le presentazioni, in cui autori ed editori potranno dialogare sui loro libri in incontri veloci e continui, aperti al pubblico, che si terranno durante i due pomeriggi.

 

Per maggiori informazioni: festadellibro@inversilia.com

domenica 7 aprile 2024

Lucca Città di Carta - Programma per bambini e ragazzi

 Lucca Città di Carta - Programma per bambini e ragazzi

UNA ‘LUCCA CITTÀ DI CARTA’ ANCHE A MISURA DI BAMBINI E RAGAZZI

IL FESTIVAL AL REAL COLLEGIO IL 27 E 28 APRILE PROPONE TANTI APPUNTAMENTI E UNA SALA DEDICATA


Lucca, 5 aprile 2024 – La diversità, la paura, la ricerca della libertà di espressione, l’amore, il rispetto per gli animali e l’amicizia. Sono tanti e tutti importanti i temi affrontati nei laboratori e nelle letture animate dello spazio dedicato ai bambini e ai ragazzi del Festival Lucca Città di Carta, in programma il 27 e 28 aprile 2024 al Real Collegio a ingresso libero con orario 10-19. 

Uno spazio che prevede anche una sala dedicata, denominata Sala Rodari, che per tutte e due giorni, oltre agli appuntamenti in cartellone, proporrà in modo continuativo le attività della Libreria Leggi e Sogna. 

Tra gli eventi da non perdere, nel calendario dedicato a bambini e ragazzi, c’è sicuramente il Piratour, spettacolo per grandi e piccoli lettori con Andrea Visibelli, autore, attore e direttore dell’agenzia di formazione teatrale Estro Toscana. Tra frizzi, lazzi e un bel po’ di esclamazioni piratesche, il pirata Barbaraspa, domenica 28 aprile alle 15, sbarcherà al festival e racconterà le avventure del suo amico Capitan Bitorzolo e le eroiche gesta della ciurma della Mela dei Mari. E proprio Visibelli, sempre domenica alle ore 17.45, sarà il moderatore d’eccezione del libro di Alessandro Ricci “La leggenda degli Unici”, un fantasy per ragazzi (12 anni in su) che parla, sotto la narrazione di un’avventura in un mondo fantastico, della ricerca del proprio io, al di là delle definizioni che la società adulta prova ad ogni modo ad “appioppare”. 

Creatività a non finire poi per i laboratori ‘Animali fantastici e dove trovarli’ a cura d Silvia Talassi in cui i bambini impareranno a disegnare a carboncino (sabato 27 e domenica 28 mattina ore 11-13 su prenotazione) e per ‘Galassia Gutenberg’ a cura di Marotta&Cafiero editori (domenica alle ore 10.30 su prenotazione) dove, bambini e ragazzi per un’ora potranno diventare provetti stampatori. 

Tra le particolarità, ‘La Memoria del cuore’ lettura animata a cura di Margherita Grotto (domenica 28 ore 11.30 Sala Rodari) che racconta ai bambini, nella forma di una favola allegra, cosa diventano i nonni quando sono affetti da Alzheimer; ‘Lulù il fiore blu’, lettura animata realizzata in collaborazione con la Scuolina Raggi di Sole sul valore della diversità legata al tema dei ragazzi affetti da sindromi (sabato 27 aprile ore 15); l’originale lettura Kamishibai ‘Velo Svelo’ a cura di Christian Ceccherini (sabato 27 aprile ore 18); ‘La Cuccia di Plutino’, laboratorio a cura di Elisabetta Donaglia di Casa Inverse dove i bambini, dopo aver conosciuto il cucciolo protagonista del libro ‘Plutino, il cane dell’Appennino’, dovranno costruire una cuccia di cartone, arredarla e imparare come si accudisce un cane (domenica 28 aprile ore 16). 

Da segnalare anche l’incontro, sabato 27 aprile alle 11, con Camilla Luce Confalonieri, bambina-autrice prodigio che presenta il suo ‘Vera Fantasia’, una raccolta di racconti scritti nel periodo del covid per evadere dalla realtà e credere nella fantasia; e la lettura animata del libro di Daniela Tresconi: "Il piccolo faro e il delfino Blu" (NPS Edizioni), domenica 28 aprile alle 17. 

Infine, da segnalare l’anteprima nazionale dell’uscita del libro per ragazzi ‘Il Sogno di Ralph’ di Luciana Volante con illustrazioni di Stefania Franchi (Nps Edizioni).  Una giovane renna, impetuosa e pasticciona, decisa a diventare una renna di Babbo Natale, in un viaggio straordinario: aiutare una bambina a ritrovare i suoi genitori. Lettura animata in programma per sabato 27 aprile alle 16.

Davvero tantissimi gli appuntamenti da segnare.

Programma completo sul sito "Lucca Città di Carta".


sabato 30 marzo 2024

Segnalazione "Black Port. La morte verde" di Fabrizio Fortino

 Segnalazione "Black Port. La morte verde" di Fabrizio Fortino

Bentrovati, lettori. Oggi vi segnalo la nuova uscita della Dark Zone, il romanzo di Fabrizio Fortino: "Black Port. La morte verde", davvero interessante. Scopriamolo insieme!



Quarta di copertina:

Tra le nebbie della misteriosa città di Black Port, il maggiore Jack Reynold deve guidare gli uomini del 17° reggimento in una battaglia impari e cruenta, che nasconde un conflitto ben più oscuro e spaventoso. Come oscuri e spaventosi sono i demoni che tormentano il suo sonno. 

Scopriranno che il mondo intero rischia di essere soggiogato da un potere immenso, celato per secoli sotto le sabbie del deserto egiziano. Le prime, malvagie avvisaglie, si manifestano sotto forma di inspiegabili quanto efferati delitti, che accompagnano l’entrata in scena di un vecchio enigmatico, di una giovane e spietata assassina e di un inquietante bagliore verde che illumina la notte, al sopraggiungere del quale, qualcosa si risveglia nel sottosuolo di Black Port.


Strillo:

Nulla ci rende più vulnerabili dei segreti che custodiamo.


Copertina di Fabio Porfidia.
Info sul sito Dark Zone.

Biografia autore: Fabrizio Fortino

Il tarlo della scrittura mi ha perseguitato fin dalla tenera età, ma tutti quei quaderni pieni di storie e avventura sono finiti nel cestino, sebbene siano rimasti nei miei ricordi.
Sono cresciuto cimentandomi in ogni forma d'arte: disegno, pittura, scultura, modellismo, lasciandomi contaminare da qualsiasi genere o stile, accogliendo con entusiasmo suggerimenti e consigli da chiunque sia disposto a darmene.
È in età adulta che la passione per la scrittura si è fatta pressante, provocandomi il bisogno ossessivo di mettere su carta ogni immagine o pensiero. 
Nel 2017 è iniziata la mia avventura con Dark Zone, con la quale ho pubblicato i  romanzi, Nicolas Grimm – Caccia all’esule, U-666 e I misteri di Black Port – La morte verde. 


mercoledì 20 marzo 2024

I concorsi per le scuole di Lucca Città di Carta

  I CONCORSI PER LE SCUOLE DI LUCCA CITTÀ DI CARTA

LUCCA CITTÀ DI CARTA, DUE I CONCORSI DEDICATI ALLE SCUOLE, VILLA REALE TRA I PARTNER

TORNA IL PREMIO ‘L’ORDINARIO SCUOLE, ESORDISCE ‘NOI SIAMO LA NOSTRA CITTÀ’ PER I PIÙ PICCOLI


Fin dal suo esordio nel 2020, il Festival culturale Lucca Città di Carta – che quest’anno torna il 27 e 28 aprile a ingresso gratuito al Real Collegio di Lucca - ha prestato molta attenzione al coinvolgimento delle scuole e quest’anno raddoppia l’impegno: torna la terza edizione del “Premio L’Ordinario Scuole”, indetto dal Festival in collaborazione con il Blog Magazine L’Ordinario e dedicato agli studenti delle scuole superiori di tutta Italia e arriva, per la prima volta, il contest artistico “Noi siamo la  nostra Città – Lucca vista con gli occhi dei bambini e ri-creata dalle loro mani” dedicato agli alunni delle scuole dell’infanzia, delle elementari e medie di Lucca e provincia. 

Due iniziative che hanno come obiettivo lo sviluppo della cultura, dello spirito critico e artistico tra i giovani e la condivisione. Il Premio L’Ordinario, in particolare, invita i giovani a riportare al centro della notizia la quotidiana umanità, l’azione civile, la valenza sociale, l’etica, la tradizione, la cultura, i luoghi sconosciuti o riscoperti. Come? Chiedendo loro di narrare in forma di articolo o di tema qualcosa che li ha toccati profondamente, partendo de una riflessione attenta su ciò che è STRA – ORDINARIO nella vita di ogni giorno e presentando poi un elaborato che verrà valutato da una giuria composta da giornalisti e professori. 

Tra i partner del premio si aggiungono quest’anno Villa Reale di Marlia, che omaggerà la classe vincitrice con gli ingressi per il parco e la Villa, in modo da regalare ai ragazzi un’esperienza culturale e di rara bellezza, e NPS Edizioni che regalerà ai finalisti  libri a catalogo di vario genere per promuovere l’interesse alla lettura. Gli Articoli o i temi inediti dovranno essere inviati dalla scuola o dal professore di riferimento, entro il 15 aprile 2024, per mail all’indirizzo: info@lordinario.it (Oggetto: “Premio L’ Ordinario - SCUOLE), possibilmente in formato pdf.  


Dall’arte della scrittura alla creatività manuale invece con “Noi siamo la nostra Città – Lucca vista con gli occhi dei bambini e ri-creata dalle loro mani”, contest curato dall’insegnante Maria Pia Michelini e dedicato agli alunni delle scuole dell’infanzia, elementari e medie di Lucca e provincia. I bambini sono chiamati ad usare la carta (meglio se riciclata) per esprimersi artisticamente pensando alla bellezza, alla storia e al fascino della loro città natale: LUCCA. Che sia un lavoro di gruppo, di classe o singolo, l’importante è che gli studenti usino creatività, fantasia e spontaneità. L’unico limite sono le dimensioni: l’opera non potrà essere più grande di 60x60 cm e dovrà avere una base per essere appoggiata autonomamente. Il Festival, con gli elaborati pervenuti, realizzerà una mostra che sarà inaugurata e visitabile nei due giorni del Festival, sabato 27 e domenica 28 aprile 2024 al Real Collegio.

I bandi sono consultabili sul sito Lucca Città di Carta. Per informazioni si può scrivere anche a segreteria@luccacittadicarta.it. Infoline: 347/1917818.

Ufficio stampa Festival Lucca Città di Carta

Margherita Grotto - 349/ 8221087

margherita.grotto@hotmail.t


Romina Lombardi - 347/1917818

rominaeventi@gmail.com



domenica 10 marzo 2024

Recensione "L'amore è un dio. Il sesso e la polis" di Eva Cantarella

 Recensione "L'amore è un dio. Il sesso e la polis" di Eva Cantarella

Bentrovati, lettori. Oggi vi parlo di una delle mie ultime letture, molto interessanti: "L'amore è un dio. Il sesso e la polis", di Eva Cantarella. Non si tratta di un romanzo, come al solito, bensì di un saggio breve dedicato a come gli antichi greci si relazionavano con l'amore e il sesso. Una lettura davvero intrigante, ma anche molto scorrevole, rivolta a tutti.

Come l'autrice dichiara nell'introduzione, infatti, questo libretto non si rivolge ai dotti e agli accademici, bensì al grande pubblico, per incuriosirlo sulle storie d'amore dell'antica Grecia, storie che affondano nel mito, nei poemi epici, omerici e non soltanto, racconti talmente autorevoli e incisivi da aver condizionato la storia di un popolo intero.

"L'amore. Cominciamo da qui, parliamo d'amore. Ma per farlo dobbiamo ricordare che anche i sentimenti hanno una storia. Tutto cambia nel tempo, persino questo sentimento che una retorica tanto facile quanto ingannevole ci spinge a considerare immutabile. Dimentichiamo allora la concezione romantica e cerchiamo di capire che cos'era l'amore per i greci, cerchiamo, addentrandoci in un mondo lontano, di cogliere i diversi volti di quell'amore.

Innanzitutto, per i greci l'amore era un dio di nome Eros. Un dio armato, che con il proprio arco scoccava frecce spesso mortali. Chi ne veniva colpito non aveva scampo: si innamorava. Ma Eros non era solo sentimento, era anche desiderio sessuale..."

Lo stile è davvero scorrevole, l'autrice narra in modo accurato e lineare, permettendo anche a chi non conoscesse la materia, di immergersi nell'atmosfera mitica, romantica e anche violenta della Grecia classica. 

Il volume è suddiviso in sezioni, dedicate a grandi personaggi del mito greco o a tematiche affini, come quella sugli amori cretesi (povere sventurate Arianna, Pasifae e quant'altre!), su Medea, Elena di Sparta, gli amori omerici (tra cui Achille e Patroclo), Edipo e molte altre sezioni.

Eva Cantarella recupera e racconta i miti, in modo coinvolgente e lineare, citando anche le versioni contrastanti dei vari miti, ma precisando che, in questo contesto, l'aspetto filologico è meno importante, in quanto la riflessione verte proprio su come gli antichi Greci si rapportavano con l'amore e con la sessualità, sia in età giovanile che in età adulta.

Le riflessioni sono davvero interessanti e aprono la strada a un mondo diverso da quello che conosciamo, ma anche a un diverso modo di pensare, di concepire l'esistenza e, per estensione, i rapporti interpersonali. Affascinanti le considerazioni sul ruolo-non ruolo della donna, a volte anche astruse per la nostra mentalità moderna, ma utili per comprendere il passato e anche un certo modo di pensare che persiste oggi giorno.

I capitoli che ho apprezzato maggiormente sono stati quelli dedicati agli eroi greci più noti: Elena di Sparta e la guerra di Troia, Ulisse e le varie fanciulle incontrate (e ingravidate...) nel corso dell'Odissea, Achille e Patroclo, la sezione sull'amore degli uomini greci per i ragazzi, oggetto di un vero e proprio corteggiamento ufficiale, con riti e consuetudini ben precise. Interessanti anche le posizioni di alcuni filosofi classici, esposte in modo davvero chiaro e lineare, con riferimenti alle loro opere e citazioni del loro pensiero.

Nel complesso, "L'amore è un Dio. Il sesso e la polis" è una lettura breve ma intensa, consigliata sia a chi voglia approcciarsi ai miti greci, sia a chi conosce un po' di storia greca (per lo più storia politica, da manuale di scuola, diciamo) ma voglia approfondire l'aspetto culturale e sociale. Eva Cantarella, nei suoi libri, non delude mai!




domenica 3 marzo 2024

Bando Premio L'Ordinario scuole 2024

Bando Premio L'Ordinario scuole 2024

PREMIO L’ORDINARIO - SCUOLE

L’Ordinario, Blog Magazine nazionale che si occupa di cultura nato nel 2018, istituisce in concomitanza e in collaborazione con il Festival Lucca Città di Carta 2024, la terza edizione del Premio L’Ordinario - Scuole


Riportare al centro della notizia la quotidiana umanità, l’azione civile, la valenza sociale, l’etica, la tradizione, la cultura, i luoghi sconosciuti o riscoperti, narrando, in presa diretta e/o con la tecnica dell’approfondimento/reportage è l’obiettivo de L’Ordinario e anche ciò che si richiede ai giovani partecipanti a questo premio.

In particolare, per la sezione dedicata alle Scuole Superiori si richiede una riflessione attenta su ciò che è STRA – ORDINARIO nella vita di ogni giorno. In una società sempre troppo distratta, di fretta, iperconnessa, e poco attenta all’umanità delle persone, questo vuole essere uno stimolo su cui riflettere per le giovani generazioni. 

Straordinari sono i luoghi, le persone che incontriamo, le cose che facciamo, gli eventi che ci accadono, passati e presenti. Straordinari sono i fatti che succedono nel mondo e ci toccano nel profondo, straordinarie sono le emozioni che proviamo. Questo e molto altro può essere, per ognuno di noi, straordinario. Per cui, chiediamo agli studenti: Che cosa è STRA – ORDINARIO nella vostra Vita?

Questa la domanda al centro di articoli di giornale o di temi in classe con cui sarà possibile partecipare al concorso.

Come si partecipa?

Si può partecipare con un lavoro (tema o articolo) di gruppo, di classe, o con lavori singoli di lunghezza massima 4 colonne o due cartelle. Anche nel caso di un vincitore individuale, il Premio sarà pensato per l’intera classe.

Gli Articoli o i temi inediti redatti da studenti delle scuole superiori dovranno essere inviati dalla scuola o dal professore di riferimento, entro il 30 Marzo 2024, per mail all’indirizzo: info@lordinario.it (Oggetto: “Premio L’ Ordinario - SCUOLE), possibilmente in formato pdf.  

Insieme agli elaborati dovranno essere indicati nome, cognome, data e luogo di nascita dei partecipanti, istituto, classe frequentata, nome del referente progetto. Se i partecipanti sono minorenni, gli elaborati dovranno essere accompagnati anche da una liberatoria (anche per la pubblicazione dell’elaborato) da parte dei genitori, del professore responsabile o facenti veci. Si dovrà inoltre specificare se l’articolo è stato redatto singolarmente o se è un lavoro collettivo di classe. In ogni caso, il lavoro dovrà essere accompagnato da una breve mail di presentazione da parte del professore (o del Preside) di riferimento del progetto.


La Giuria

La giuria sarà composta da: Romina Lombardi, giornalista e direttore de L’Ordinario e di Lucca Città di Carta, Daniela Tresconi, giornalista e scrittrice, vicedirettore dell’Ordinario e responsabile Segreteria del Festival Lucca Città di Carta, Alessio Del Debbio, insegnante, scrittore e direttore di Nps Edizioni oltre che direttore comparto editori Festival Lucca Città di Carta, Marco Ciccolella, fotografo e blogger, articolista de L’Ordinario, Elisa Cordovani, poetessa e articolista de L’Ordinario.

I Premi

Al primo classificato sarà consegnato un Premio culturale, un’esperienza da vivere con tutta la classe, che verrà svelato nelle prossime settimane. Al secondo e terzo classificato saranno consegnate una targa e una borsa piena di libri da con-dividere con i compagni. L’organizzazione si riserva di aggiungere altri premi per i vincitori in corso d’opera e di assegnare, qualora lo ritenesse opportuno, anche premi speciali o menzioni d’onore. 

La Premiazione

La premiazione si terrà domenica 28 Aprile 2024 al Real Collegio di Lucca, in occasione del Festival Lucca Città di carta. Orario e modalità saranno comunicate per mail ai partecipanti e a mezzo stampa, oltre che su tutti i canali del Festival.


Segnalazione "Intervista con la Befana" di Maria Cristina Buoso

 Segnalazione "Intervista con la Befana" di Maria Cristina Buoso

Bentrovati, lettori. Dopo Babbo Natale, la scrittrice Maria Cristina Buoso si è divertita a intervistare anche un altro personaggio fantastico, la Befana, nel suo nuovo libro per bambini "Intervista con la Befana", edito da Placebook Publishing. Scopriamolo insieme!

   


Titolo: Intervista con la Befana

Autore: Maria Cristina Buoso

Editore: ‎ PlaceBook Publishing

Serie: I PICCOLI

Età di lettura: 3 - 5 anni

Lunghezza: 28 Pagine


 Link Acquisto Amazon


Sinossi

Oggi incontrerò la Befana e così potrò finalmente vedere dove vive e farle qualche domanda, lo so bambini... anche voi vorreste essere qui con me, ma vi assicuro che non è facile trovarla e se ci sono riuscita è solo perché Babbo Natale mi ha accompagnata e mi ha dato le istruzioni per trovarla.

Ma basta ciance... mi devo sbrigare perché, se arrivo dopo il tramonto potrei perdermi in questo bosco incantato, chiudete gli occhi e... come per magia sarete anche voi seduti con me nella sua cucina a mangiare in sua compagnia.


Mi guardo attorno e sento nell’aria la magia che mi avvolge.

Sono felice di essere in questo posto speciale, saluto con la mano babbo natale che si allontana nel cielo dopo avermi accompagnata con la sua slitta.

L’intervista che gli ho fatto il giorno prima è stata inaspettata e molto bella.

Sono elettrizzata, ancora non ci credo che incontrerò la befana.

Avrei voglia di mettermi a saltare per la gioia, ma non ho molto tempo e devo avviarmi per l’appuntamento, non voglio arrivare tardi.

Il silenzio ovattato mi avvolge come una coperta calda e accogliente nelle sere invernali, l’aria pungente si allunga sulla neve che copre il paesaggio e gli alberi imbiancati mi fanno intravedere in lontananza un bosco bellissimo.



MARIA CRISTINA BUOSO

Scrive le prime cose quando era giovanissima, inizia con fiabe e poesie crescendo amplia la sua scrittura con racconti brevi, copioni, romanzi, gialli, thriller e altro.

Ha ricevuto diversi riconoscimenti in vari campi nel passato e recentemente le è stato conferito il Certificato di collaboratrice della China Writers Association e del Club dei Lettori della Cultura orientale e Letteratura cinese, per il suo impegno nella divulgazione nel suo blog, tramite Fiori Picco, con cui collabora da diversi anni.

Da gennaio 2023 fa parte degli autori che scrivono su Alessandria today Magazine - Pier Carlo Lava. 

Pubblicazioni recenti

Nel 2017 “Anime”, la seconda edizione è uscita nel 2023 con Ed. PlaceBook Publishing, attuale editore per tutti i suoi libri in pubblicazione. Nel 2021 “Schegge di parole”, “Vernissage”, “Delitto al condominio Magnolia”. Nel 2022 “L’Incidente”, “Il mistero dei sei tiramisù”. Alcune sue poesie sono state inserite in “DONNE D’AMORE: Antologia poetica al Femminile” curata da Alberto Barina. Nel 2023 Intervista a Babbo Natale.


sabato 2 marzo 2024

Segnalazione "Intervista a Babbo Natale" di Maria Cristina Buoso

 Segnalazione "Intervista a Babbo Natale" di Maria Cristina Buoso

Bentrovati, lettori. Oggi vi segnalo un'uscita davvero particolare, rivolta soprattutto ai piccoli lettori, il libro "Intervista a Babbo Natale", di Maria Cristina Buoso, blogger e scrittrice, più volte ospite del blog. Scopriamolo insieme!


Titolo: Intervista a Babbo Natale

Autore: Maria Cristina Buoso

Editore: ‎ PlaceBook Publishing

Serie: I PICCOLI

Età di lettura: 3 - 5 anni

Lunghezza: 28 Pagine


Link Acquisto su Amazon


Sinossi

Oggi mi aspetta un bel viaggio, devo andare al Polo Nord per intervistare Babbo Natale.

Chi di voi non ha sempre desiderato avere questa possibilità?

Io l’ho avuta e voglio condividere con voi Bambini questa mia avventura e sono sicura che se chiuderete gli occhi sarete seduti anche voi in cucina con noi a bere una cioccolata calda mentre Babbo Natale ci porta nel suo magico mondo.


MARIA CRISTINA BUOSO

Scrive le prime cose quando era giovanissima, inizia con fiabe e poesie crescendo amplia la sua scrittura con racconti brevi, copioni, romanzi, gialli, thriller e altro.

Ha ricevuto diversi riconoscimenti in vari campi nel passato e recentemente le è stato conferito il Certificato di collaboratrice della China Writers Association e del Club dei Lettori della Cultura orientale e Letteratura cinese, per il suo impegno nella divulgazione nel suo blog , tramite Fiori Picco, con cui collabora da diversi anni.

Da gennaio 2023 fa parte degli autori che scrivono su Alessandria today Magazine - Pier Carlo Lava. 

Pubblicazioni recenti

Nel 2017 “Anime”, la seconda edizione è uscita nel 2023 con Ed. PlaceBook Publishing, attuale editore per tutti i suoi libri in pubblicazione. Nel 2021 “Schegge di parole”, “Vernissage”, “Delitto al condominio Magnolia”. Nel 2022 “L’Incidente”, “Il mistero dei sei tiramisù”. Alcune sue poesie sono state inserite in “DONNE D’AMORE: Antologia poetica al Femminile” curata da Alberto Barina.

https://www.placebookpublishing.it/fabio-pedrazzi/


Estratto

Oggi mi aspetta un bel viaggio, 

Devo andare al polo nord per intervistare Babbo Natale. 

Per prima cosa, preparo una valigia piccola con tutto quello che mi potrebbe servire e mi vesto per bene... A strati, in previsione del freddo che troverò. 

L’aereo mi porta in Norvegia a Longyearbyen, un villaggio che si trova a nord del Circolo polare artico. Per andare a Barneo, una stazione sul ghiaccio a circa cento chilometri dal Polo nord, uso un elicottero e raggiungo un locale molto particolare... Compare al tramonto e scompare al sorgere del sole. 

Si trova appena fuori il villaggio e non appena ordino un bicchiere di trucioli di stelle con panna di nuvole, compare un elfo che mi chiede cosa desidero. Se sono fortunata, il mio desiderio si avvererà. 

È mezzanotte e nel freddo della notte ci sono solo io che aspetto vicino a un lampione che lampeggia, dandomi l’idea che mi stia facendo l’occhiolino. 

Ho freddo ma continuo ad aspettare. 

Mi è stato detto che qualcuno sarebbe passato a prendermi per portarmi da lui. 

Ho sonno, gli occhi cominciano a chiudersi e il desiderio di un letto aumenta sempre di più.  

Proprio mentre mi sto per lasciare andare, percepisco una presenza... Qualcuno mi tira la manica della giacca. Apro gli occhi di scatto e vedo un elfo vestito di rosso e verde...


martedì 27 febbraio 2024

Segnalazione "Yokai. Creature straordinarie dal Giappone"

 Segnalazione "Yokai. Creature straordinarie dal Giappone"

Bentrovati, lettori. Oggi vi segnalo l'uscita di "Yokai. Creature straordinarie dal Giappone", raccolta di racconti fantastici, edita da Delos Digital.



Yokai. Creature straordinarie del Giappone

a cura di Caterina Franciosi

Fantasy - Racconti

Copertina di Dante Primoverso (IA)

Collana a cura di Caterina Franciosi


Data di uscita: 27 febbraio 2024

Editore: Delos Digital srl

Collana: La via della seta n. 12

Pagine (stimate): 121

Formati: epub (ok anche per kindle)

Prezzo: Euro 3,99


Sette storie di yokai nel Giappone del passato e del presente

Sette autori, sette racconti per andare alla scoperta di un mondo nascosto e sfavillante: quello degli yokai. Creature talvolta schive o pericolose, altre isolate o intrappolate in una realtà che non riconoscono più, altre ancora assetate di vendetta per i più disparati motivi. Tsukumogami, nekomusume, kappa, hitokai, boroboroton, Ryujin e kosenjobi sono solo alcune tra le creature fantastiche che popolano le pagine di questa raccolta, in grado di creare realtà ineffabili ma anche di rispecchiare tratti estremamente umani.



LA CURATRICE

Caterina Franciosi è nata nel 1990 in una piccola cittadina della riviera romagnola al confine con le Marche. Ha frequentato il Liceo Classico e, successivamente, la facoltà di Lingue e Culture Straniere all'Università di Urbino. Nel 2018 apre il blog Il Salotto Letterario che si occupa di interviste e recensioni. Collabora con diverse case editrici, siti web, gruppi Facebook e riviste, tra cui l'associazione culturale Italian Sword&Sorcery nella sezione racconti e il magazine Life Factory Magazine nella sezione recensioni. Ha pubblicato racconti in varie antologie, tra cui Eau de Vampire, Il Marinaio e la Sirena e Vento del Nord (in Dreamscapes  I Racconti Perduti, editrice GDS), Dietro il muro (in Ali Spezzate, PAV Edizioni, contro la violenza sulle donne), Corvi di Guerra (in Guerriere, antologia fantasy al femminile edita da Le Mezzelane) e La carità di murt (in Halloween all'italiana, dal contest del portale LetteraturaHorror.it).


INDICE DEL LIBRO

Caterina Franciosi, Prefazione

Fosco Baiardi, Aspettando papà

Maena Delrio, L'inganno degli occhi

Pietro Erzegovesi, Kapparossoli

Paolo Ferrara, L'ultima profezia dell'Hitokai

Simon Larocca, Oyasumi Nasai

Luigi Rinaldi, La gru e la tartaruga

Ottavia Zeni, 1582

Glossario


EDIZIONE EBOOK

Tutte le informazioni su sito Delos Digital

Su Amazon Kindle

ISBN: 9788825428261



giovedì 22 febbraio 2024

Segnalazione "Un canto nell'oscurità" di Yami

 Segnalazione "Un canto nell'oscurità" di Yami

Bentrovati, lettori. Oggi vi segnalo una nuova uscita horror: "Un canto nell'oscurità". di Yami, edito da Edizioni Italiane. Scopriamola insieme!


Titolo del libro: Un canto nell'oscurità

Autore: Yami

Casa editrice: Edizioni Italiane

Genere: horror

Prezzo: 6,99 ebook e 17 cartaceo

Pagine:104


Trama:

Fin dove sareste disposti a spingervi per vendicare la morte dei vostri cari? Seguendo le tracce lasciate dalla misteriosa creatura che lo ha privato degli affetti, il venticinquenne Alex si sposta da un capo 

all’altro degli Stati Uniti per anni. 

Le ricerche si arrestano nei pressi di una lugubre villa ai confini del mondo. La dimora, occupata dalla 

contessa Reed e dagli ambigui membri della sua servitù, è in fermento per i preparativi di una grande festa, ma un presagio sinistro incombe su ogni cosa. E nell’oscurità della notte Alex riconosce un canto familiare..


La maggior parte delle volte in cui chiudo gli occhi rivivo quei momenti: le urla della mamma, papà che implora di risparmiare lei e me e quella cosa immonda, fredda e impietosa, che li falcia entrambi, mentre io, misero e impotente come può esserlo un bambino di dieci anni, assisto alla scena rannicchiato in un angolo, stordito dal terrore; la rivedo mentre, scivolando silenziosamente sul pavimento, si china su di me, accosta le labbra scarne al mio orecchio e inizia a sussurrare una ninna nanna, scuotendomi leggermente con un braccio, come se volesse cullarmi. 

Quel canto lamentoso mi è penetrato nelle membra: come una lama ghiacciata ha scavato nella mia anima e vi ha inciso qualcosa di terribile.


Disponibile su Amazon!

Buona lettura!

mercoledì 14 febbraio 2024

Segnalazione "I due demoni" di Ivan Albanese

Segnalazione "I due demoni" di Ivan Albanese

Bentrovati, lettori. Oggi vi segnalo la nuova uscita di Delos Digital, nella collana Fantasy Tales, diretta dalla magistrale Monica Serra: "I due demoni", di Ivan Albanese. Scopriamola insieme!



I due demoni

di Ivan Albanese

Fantasy - Romanzo breve

Copertina di Dante Primoverso

Collana a cura di Monica Serra


Data di uscita: 13 febbraio 2024

Editore: Delos Digital srl

Collana: Fantasy Tales n. 102

Pagine (stimate): 45

Formati: epub (ok anche per kindle)

Prezzo: Euro 2,99



Luce e tenebre, un tempo, erano come due facce della stessa medaglia, gemelle e inscindibili. Ma un giorno, qualcosa cambiò.


Tholgar, dio di Gea, popola Lemuria, il primo dei tre continenti, dando vita alla razza dei demoni, esseri puri e virtuosi. Dopo mille anni di pace, nascono due gemelli identici; hanno i capelli metà bianchi e metà neri, così come gli occhi e la pelle. Fino a questo momento, nessuno possiede un nome, poiché i demoni non ne hanno bisogno.

Ma i genitori dei gemelli, avendo difficoltà a distinguerli, decidono di chiamarli Absu (buio) e Immaru (luce). Nell'istante in cui viene donato loro il nome essi si scontrano, generando una grande esplosione di luce e di tenebra.

Quando tutto cessa, i due gemelli sono stesi a terra, uno con pelle, occhi e capelli neri, l'altro invece con pelle, capelli e occhi bianchi. Insieme al nome, inoltre, ognuno di loro sviluppa un potere: Absu riesce a manipolare l'oscurità, Immaru la luce.

I due litigano, sempre più spesso, finché i genitori decidono di separarsi portando con sé un figlio ciascuno. Absu attira sempre più oscurità attorno a sé e corrompe gli altri demoni, fondando un suo regno di tenebra sulla sottomissione e la schiavitù.

Immaru, nel frattempo, adorato dagli altri demoni, costruisce la città della luce dove crea un esercito per liberare Lemuria dalla crescente oscurità. Immaru parte con la sua armata e giunge fin sotto la dimora del fratello, che lo sfida a duello.

Absu accetta, dando così inizio allo scontro mortale tra luce e oscurità, che avrà ripercussioni non solo sui due fratelli, ma su tutta Lemuria e sull'intero popolo dei demoni.


L'AUTORE

Nato a Nocera Inferiore, Ivan Albanese è cresciuto a Roma e fin dall'età di 14 anni ha seguito un percorso artistico. Ha collaborato per alcuni anni con Honiro Label, etichetta indipendente della realtà rap underground romana. Nel 2018, ha aperto con il fratello una società che si occupa di gestire artisti attivi nel panorama musicale italiano, di cui è amministratore.

Durante gli anni, si è approcciato al mondo della scrittura prima attraverso testi musicali, poi, con la stesura di brevi racconti.

I due demoni, romanzo breve di genere fantasy, è la sua prima pubblicazione.


Tutte le informazioni sul sito Delos Digital

Disponibile su Amazon Kindle

ISBN: 9788825428001



venerdì 9 febbraio 2024

Noi siamo la nostra città - Progetto scuole Lucca Città di Carta 2024

 Noi siamo la nostra città - Progetto scuole Lucca Città di Carta 2024

Lucca Città di Carta, organizzato da “Lucca Città di Carta APS” in collaborazione con Nati per Scrivere e L’Ordinario, è un Festival di respiro nazionale dedicato interamente ai libri, alla carta, alla stampa, alla cultura, alla scrittura e, soprattutto, al loro intreccio, creativo e storico. Tra gli obiettivi principali della rassegna c’è quello di diventare, sempre più, produttore di cultura e punto di riferimento per intellettuali, scrittori, editori, lettori, artisti e operatori culturali del territorio e non solo. 

Particolare cura poi al dibattito contemporaneo e al raggiungimento del pubblico più importante: i giovani e le loro famiglie, i non lettori e i bambini che si avvicinano per la prima volta al libro. 



Quest’anno il Festival, giunto alla sua terza edizione, si terrà il 27 e 28 aprile al Real Collegio, sua storica e suggestiva cornice, con orario dalle 10 alle 19, a ingresso gratuito. Tra le tante novità del Festival, per questa terza edizione è nata l’idea di rendere protagonisti i bambini e i ragazzi degli Istituti Comprensivi del Comune di Lucca con un’attività artistica.

Come? Facendo usare loro la carta (meglio se riciclata) per esprimersi artisticamente pensando alla bellezza, alla storia e al fascino della loro città natale: LUCCA. Che sia un lavoro di gruppo, di classe o singolo, l’importante è che gli studenti usino creatività, fantasia e spontaneità. L’unico limite sono le dimensioni: l’opera non potrà essere più grande di 60x60 cm e dovrà avere una base per essere appoggiata autonomamente. 

Il Festival, con gli elaborati pervenuti, realizzerà una mostra che sarà inaugurata e visitabile nei due giorni del Festival, sabato 27 e domenica 28 aprile 2024. 


La Scuola che desidera aderire può comunicarlo a segreteria@luccacittadicarta.it entro il 31 marzo 2024 specificando la sezione o classe che partecipa. La consegna dell’elaborato potrà essere fatta venerdì 26 aprile 2024 dalle 15 alle 19 presso il Real Collegio d Lucca. 

Per qualsiasi chiarimento potete rivolgervi alla responsabile del progetto Maria Pia Michelini

Maria Pia Michelini tel. 3476591737


giovedì 1 febbraio 2024

Premio letterario "Giovanni Pace" - Dark Zone

Premio letterario "Giovanni Pace" - Dark Zone 

La Dark Zone è lieta di presentare la quarta edizione del Premio letterario “Giovanni Pace”

IV Edizione 2024

Il Premio letterario “Giovanni Pace” ha lo scopo di scoprire e promuovere nuove promesse della letteratura fantasy e horror.

La scadenza per l’invio è il 30 giugno 2024.

Alla fine del concorso, infatti, il romanzo più meritevole sarà pubblicato gratuitamente, in formato cartaceo dalla DZ edizioni.



Il concorso sarà aperto a tutti e suddiviso in tre sezioni:

A: Romanzo fantasy classico o epic a tema libero.

B: Romanzo fantasy urban o dark e post apocalittico.

C: Romanzo horror.

I romanzi possono essere editi o inediti e già premiati in altri concorsi.


• Sez. A, B e C

Inviare un romanzo carattere Arial o Times New Roman, corpo 12, di lunghezza non superiore a 600.000 battute spazi inclusi, interlinea singola. Il romanzo dovrà essere redatto esclusivamente in formato Word e inviato all’indirizzo info@dark-zone.it con i propri dati personali.


La Cerimonia di premiazione si svolgerà nel mese di dicembre 2024.

Il luogo, la data e l’orario dell’evento saranno pubblicati per tempo sul sito Dark Zone e sul gruppo Facebook dedicato al Premio letterario.

Gli organizzatori si riservano la possibilità di cambiare data, luogo e ora della premiazione qualora si rendesse necessario, informando con tempestività i partecipanti.


SCARICA IL REGOLAMENTO COMPLETO e LA SCHEDA DI ISCRIZIONE AL PREMIO